/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 22 settembre 2022, 12:46

Il rinascimento musicale a Vercelli

Il compositore Orazio Colombano riscoperto (cd e libretto) da don Denis Silano, musicista e musicologo.

Don Denis Silano

Don Denis Silano

La città di Vercelli può vantare una storia della musica ancora tutta da scoprire che, per fortuna, negli ultimi tempi, trova in Don Denis Silano un musicista e un musicologo in grado di svolgere meravigliosamente un compito difficilissimo. Si pensi ad esempio a un compositore quale Orazio Colombano (1554-1595) al quale nel 2018 viene dedicato il cd Psalms For Six Voces firmato in copertina appunto da Silano assieme alla Cappella Musicale della Cattedrale di Vercelli.

Nel libretto, in versione bilingue (inglese e italiano, a dimostrare l’internazionalità del progetto) Silano spiega che “la cattedrale di Vercelli aveva visto alternarsi, tra il 1543 e il 1570, musicisti prestigiosi, a partire da quelli attivi presso la Cappella Ducale dei Savoia. Fin dal 1495 il vescovo Bonivard aveva creato in città un Collegio degli Innocenti nel quale sei pueri erano educati per il servizio musicale della Chiesa Madre. A questi si affiancavano i cantori adulti beneficiati, tra i quali molti musicisti fiamminghi e francesi. E poi ancora organisti, suonatori di cornetto, di trombone, di tiorba e di strumenti ad arco (violino e violone). Colombano, al suo primo incarico, giunge a Vercelli nel 1579 e vi resta circa due anni, affacciandosi sul panorama musicale italiano dell’ultimo quarto del Cinquecento, attraversato da profondi cambiamenti ecclesiali musicali, che lo avrebbe visto agire in centri prestigiosi come, Milano, Padova, Brescia, Urbino e Venezia”.

Il lavoro presente nel cd ha come titolo Harmonia super vespertinos omnium solemnitatum psalmos sex vocibus decantada, ponendo appunto in musica i Salmi della liturgia dei Vespri di tutte le solennità in base all’ordinamento tridentino. Si tratta altresì della prima opera a stampa edita da un musicista attivo nella Cattedrale vercellese e per quanto concerne il CD della prima incisione mondiale, basata sull’edizione curata dallo stesso Silano nella seria Bibliotheca Musicalis Ecclesiae Vercellensis della collana Vox Antiqua. Esecuzione impeccabile e album degno di entrare in ogni discoteca di musica classica che si rispetti.

 

Guido Michelone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore