/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2022, 13:17

L'occhio della criminalità sui fondi Pnrr: Provincia e Finanza alleate per prevenire infiltrazioni

Un protocollo d'intesa per garantire la legalità e fare in modo del il Piano sia davvero un volano per il territorio.

Il presidente Gilardino e il colonnello Natale alla presentazione del protocollo

Il presidente Gilardino e il colonnello Natale alla presentazione del protocollo

Un protocollo d'intesa per vigilare sul corretto utilizzo dei fondi del Pnrr e per prevenire le possibili infiltrazioni criminali in un territorio complessivamente virtuoso nella gestione del denaro pubblico.

A siglare il documento, martedì mattina nella Sala dei Presidenti dell'ex Collegio dei Barnabiti, sono stati il presidente della Provincia, Davide Gilardino, e il colonnello Ciro Natale, comandante provinciale della Guardia di Finanza. 

«Alla Provincia di Vercelli - spiega Gilardino - è affidato un duplice ruolo in merito ai fondi del Pnrr: da un lato, l’utilizzo diretto di risorse assegnate all’Ente e dall’altro la gestione, come Stazione Unica Appaltante, dei fondi destinati a finanziare i progetti dei Comuni vercellesi. Sul territorio sono in arrivo risorse importanti che vogliamo siano gestite con la massima attenzione proprio per evitare che un tessuto economico fondamentalmente sano possa finire nel mirino di interessi illeciti e criminali». 

L'intesa si colloca nella più ampia cornice normativa che prevede, a livello nazionale, il pieno coinvolgimento della Guardia di Finanza nel sistema dei controlli dei fondi del Pnrr, in linea con i compiti di polizia economico-finanziaria a tutela della spesa pubblica comunitaria, nazionale e locale. 

In ambito provinciale i principali bandi riguardano l'edilizia scolastica e la viabilità, ma gli uffici di via San Cristoforo saranno anche il tramite per i progetti dei centri minori e delle unioni che si sono inserite nei bandi riuscendo a ottenere fondi per i progetti.

«L’obiettivo è rafforzare le misure volte a prevenire, ricercare e contrastare le violazioni in danno degli interessi economico-finanziari dell’Unione Europea, dello Stato, delle Regioni e degli Enti locali connessi alle misure di sostegno e ai finanziamenti del Pnrr - spiega il colonnello Natale -. Dal punto di vista operativo, l'accordo prevede lo scambio di informazioni tra i due enti al fine di garantire la repressione di irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria e di prevenire situazioni nelle quali si possono intravedere elementi di rischio». 

La Guardia di Finanza di Vercelli, attraverso le proprie unità operative, assicurerà la tutela della corretta attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza con indagini, accertamenti e controlli.

«L'obiettivo è di riuscire a fare squadra - confermano Natale e Gilardino - per garantire che le ingenti risorse finanziarie del Pnrr fungano da volano per la ripresa produttiva e occupazionale messa in pericolo dalle conseguenze della pandemia».

Il protocollo sarà operativo fino al completamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che scade il 31 dicembre 2026.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore