/ Scuola

Scuola | 01 settembre 2022, 16:12

Scuola, in Piemonte si riparte con il 96% dei docenti a disposizione

Il direttore generale Suraniti: «Garantita la copertura di oltre il 96% dei posti»

Scuola, in Piemonte si riparte con il 96% dei docenti a disposizione

Il nuovo anno scolastico è iniziato ufficialmente oggi, giovedì 1 settembre, anche se la prima campanella in Piemonte suonerà lunedì 12 settembre. La buona notizia, oltre all'addio alla DAD, dopo due anni e mezzo condizionati dal Covid, è che si comincerà con tutti i docenti a disposizione fin da subito.

Garantita la copertura di oltre il 96% dei posti

«L'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte ha concluso le operazioni di immissione in ruolo, assegnazione provvisoria e utilizzazione entro i tempi previsti dal ministero. La copertura di oltre il 96% dei posti permette alle scuole, fin dai primi giorni, di avere tutti i docenti a disposizione per un pieno coinvolgimento nelle prime attività collegiali, fondamentali nella programmazione delle iniziative legate alla realizzazione del Prof e del progetto di vita di ogni singolo alunno» dice il direttore generale Stefano Suraniti.

Il dirigente spiega che ad oggi «sono state effettuate 2.971 immissioni in ruolo, di cui 2.076 su posti comuni, 888 su posti di sostegno e 7 sui posti di personale educativo. Nelle prossime settimane saranno effettuate ulteriori immissioni in ruolo per ulteriori 2.400 posti e quanto alle supplenze sono stati assegnati 15.791 incarichi a tempo determinato, di cui il 37% su posti di sostegno».

Personale tecnico ausiliario: 763 immissioni in ruolo

Sul fronte del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario, quello che in gergo viene definito Ata, Suraniti ha dichiarato che «sono state effettuate 763 immissioni in ruolo e assegnati 1.054 contratti a tempo determinato. Le restanti disponibilità - precisa - saranno coperte da graduatoria di istituto dopo la liberatoria degli Ambiti Territoriali».

Ora si attende solo il ritorno sui banchi degli studenti, anche se alle superiori (per coloro che avevano accumulato dei 'debiti') in questi giorni sono in programma gli esami di recupero.

dal nostro corrispondente a Torino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore