/ Attualità

Attualità | 09 agosto 2022, 16:06

Covid, nel vercellese nuovi casi sotto quota 100

Il report settimanale conferma l'arretramento del virus

Covid, nel vercellese nuovi casi sotto quota 100

Scende sotto quota 100 il dato relativo ai nuovi casi covid nel vercellese: il report regionale dell'ultima settimana conferma che il virus è in remissione e conferma anche il valore del Piemonte che, con un’incidenza di 351.3 casi ogni 100.000 abitanti, a fronte del valore nazionale di 448.6, è il più basso in Italia insieme alla Lombardia.

L’occupazione dei posti letto ordinari alla data dell’8 agosto si attesta al 7,2% (il valore nazionale è al 14,1%) e quella delle terapie intensive all’1,9% (il valore nazionale è 3,4%), mentre la positività dei tamponi è al 7,7%.

In Piemonte nel periodo 1- 7 agosto i casi medi giornalieri dei contagi sono stati 2.145.

Suddivisi per province: Alessandria 219, Asti 124, Biella 89, Cuneo 255, Novara 177, Vercelli 90, VCO 57, Torino città 394, Torino area metropolitana 663.

In totale, su base regionale, i casi degli ultimi 7 giorni sono stati 15.012 (-5286, - 26% rispetto alla settimana precedente).

Questa la suddivisione per province: Alessandria 1533 (-708), Asti 869 (-314), Biella 626 (-144), Cuneo 1783 (-440), Novara 1.242 (-435), Vercelli 630 (-191), VCO 399 (-143), Torino città 2759 (-1040), Torino area metropolitana 4.644 (-1808 ).

Nella settimana 1-7 agosto l’incidenza regionale (ovvero l’incremento settimanale di nuovi casi di Covid per 100.000 abitanti) è stata 351.3, in netto calo (-26%) rispetto ai 475 della settimana precedente.

Si tratta della terza diminuzione consecutiva dopo sei settimane in cui la curva era stata in rialzo.

Nella fascia di età 19-24 anni l’incidenza è 294 (-24%); nella fascia 25-44 anni è 352.5 (-31%); tra i 45 ed i 59 anni si attesta a 399.4 (-26,9%); nella fascia 60-69 anni è 434.7 (-20,5%); tra i 70-79 anni è 417.3 (-24,6%); nella fascia over80 l’incidenza risulta 309 (-20,6%).

Stessa tendenza anche in età scolastica: nella fascia 0-2 anni l’incidenza è di 296.4 (-12,6%); la fascia di età 3-5 anni registra un’incidenza di 137.8 (-39,2%); nella fascia tra i 6 ed 10 anni l’incidenza è 185.6 (-23,6%); nella fascia 11-13 anni l’incidenza è 199.9 (-36,2%); nella fascia tra i 14 ed i 18 anni l’incidenza è 211.6 (-27,4%).

Dai dati diffusi da Arpa, gli esiti delle analisi di sequenziamento delle acque reflue su campioni prelevati il 1°agosto luglio nei depuratori di Castiglione Torinese, Cuneo, Alessandria e Novara evidenziano la dominanza di Omicron5 e la presenza con basse frequenze di mutazioni alla sottovariante BA.5.2.1 e solo su Alessandria una mutazione a bassa frequenza della variante BF.4 (BA.5.2.1.4).

Per quanto riguarda la sottovariante di Omicron 4 si continuano a rilevare mutazioni specifiche.

 

 

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore