/ Economia

Economia | 23 giugno 2022, 09:10

Siccità, Coldiretti critica Ovest Sesia: «Non è vietando le bagnature che si combatte la crisi»

La nota del presidente Dellarole e del direttore Toscani

Siccità, Coldiretti critica Ovest Sesia: «Non è vietando le bagnature che si combatte la crisi»

«Misure che vanno a mettere ancora più in ginocchio gli agricoltori che stanno vivendo una situazione gravissima e che rischiano di vedere svanire il loro raccolto». Questo il pensiero di Coldiretti Vercelli-Biella sui provvedimenti adottati da Ovest Sesia per combattere l’emergenza idrica sul territorio. Nello specifico, nella riunione tenutasi martedì 21 giugno, il Consorzio di disporre il divieto della bagnatura dei secondi raccolti e proibito la bagnatura delle colture arboree impiantate da più di tre anni.

«Non è sicuramente questa la soluzione per risolvere il problema che va a colpire direttamente una parte di imprenditori agricoli – dicono il presidente di Coldiretti Vercelli-Biella Paolo Dellarole e il direttore Francesca Toscani –. Vietare la bagnatura dei secondi raccolti in un’annata caratterizzata dalla scarsità delle materie prime e dall’aumento dei prezzi significa mettere in ginocchio quegli agricoltori che da mesi avevano programmato questo tipo di coltivazione reperendo i mezzi tecnici necessari. Ugualmente ingiusta – proseguono – è la decisione di sospendere la bagnatura delle colture arboree impiantate da più di tre anni: questa scelta va a colpire direttamente tutto il comparto frutticolo. La siccità fa sempre più paura e servono delle misure immediate, ma questo non è il percorso adatto. Chiediamo maggiore flessibilità e la deroga straordinaria al deflusso minimo vitale per evitare di perdere alcune delle colture fondamentali. E’ urgente che i gestori dei bacini idrici montani ad uso idroelettrico consentano il rilascio  di una  maggiore quantità d’acqua per l’intero arco della giornata».

c.s. Coldiretti

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore