Attualità - 14 giugno 2022, 14:18

Al via il centro estivo comunale: un'estate di divertimento per 229 bambini

Tra i partecipanti ci sono 29 piccoli con disabilità e 49 profughi ucraini sostenuti da Biud10

Al via il centro estivo comunale: un'estate di divertimento per 229 bambini

Frutto di un lavoro sperimentato nelle estati della pandemia, il Centro estivo partito martedì mattina e per iniziativa di Comune e diocesi, accoglie quest'anno 229 bambini, di cui 49 ucraini e 29 con disabilità. Fino alla fine di luglio, dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 17.30, avranno la possibilità di trascorrere insieme tempo dedicato al gioco, all'amicizia, ai compiti con la supervisione degli operatori specializzati delle cooperative Start e Alemar (che gestisce i servizi per i ragazzi disabili).

«Siamo orgogliosi di aver raggiunto numeri tanto elevati - dice il sindaco Andrea Corsaro, inaugurando le attività - i nostri bambini avranno la possibilità di stare all’aperto, partecipando ad attività organizzate e supervisionate da animatori qualificati e professionali. Grazie al lavoro dei nostri uffici, inoltre, è stato possibile, accogliere anche alcuni iscritti provenienti dai centri del circondario».

Tre le sedi: i più piccoli, della scuola materna, faranno riferimento alla materna Alciati a partire dal 4 luglio (la scuola materna prosegue fino al 30 giugno), gli altri ruoteranno tra la scuola elementare Bertinetti e la parrocchia dello Spirito Santo.

«Proseguiamo volentieri l'esperienza nata negli anni della pandemia - aggiunge il vicario generale della Diocesi, monsignor Mario Allolio -  Ci fa molto piacere poter collaborare con il Comune che offre un servizio qualificato ai bimbi diversamente abili e alle loro famiglie mettendo a disposizione gli spazi dell'oratorio».

La novità dell'anno è l'inserimento nei centri estivi comunali dei bambini ucraini rifugiati a Vercelli: a sostenere il pagamento delle quote di partecipazione è Biud10 che ha messo in campo questo nuovo progetto a favore dei più piccoli, «accolto dai nostri sostenitori con grande entusiasmo», dicono Gianluca Zanoni e Alberto Stringi, assicurando che Biud10 sarà disponibile anche in caso di prolungamento del centro estivo alle prime settimane di settembre.

Con il progetto Stranascuola, che coinvolge oltre al Comune anche numerosi enti partner, l'attività per i ragazzi delle medie si articola in una serie di laboratori proposti al mattino nelle sedi degli istituti Verga, Pertini e Avogadro e, nel pomeriggio,  con le attività da svolgere insieme ai più piccoli.

«Un progetto articolato - conclude l'assessore alle Politiche Giovanili, Emanuele Pozzolo – che vede coinvolte l'ente pubblico, la diocesi e il mondo del volontariato per fornire ai bambini un’occasione di socialità e ai genitori la garanzia di poter lasciare i piccoli in un ambiente sereno e sicuro».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

SU