/ Cintura di Vercelli

Cintura di Vercelli | 14 maggio 2022, 13:17

Asigliano: un concerto per rendere omaggio a Gilardino,

Protagonisti il contrabbassista Massimo Ceccarelli, amico di Gilardino, e Guido Rimonda, violinista e direttore musicale dell'Orchestra Camerata Ducale

Asigliano: un concerto per rendere omaggio a Gilardino,

Asigliano rende omaggio alla memoria di Angelo Gilardino, cittadino onorario e celebre musicista e compositore recentemente scomparso, ospitando, nella serata di sabato 14 maggio, l'esecuzione di un suo importantissimo concerto.

Organizzata, grazie al fondamentale sostegno della Cassa di Risparmio di Vercelli, al Comune di Asigliano – promotori il sindaco Carolina Ferraris e il parroco don Gianfranco Brusa – è in programma una serata di alto livello che vede come protagonisti il contrabbassista Massimo Ceccarelli, amico di Gilardino, e Guido Rimonda, violinista e direttore musicale dell'Orchestra Camerata Ducale. Il concerto è incentrato sull’esecuzione di due partiture molto significative. La prima, naturalmente di Gilardino, è proprio il "Concerto di Asigliano", opera per contrabbasso solista, quartetto d’archi, flauto, clarinetto e fagotto. Di essa l'autore, molto legato al suo paese d'origine nel quale ha vissuto a lungo, ha detto: «in questi giorni di terribile angoscia per tutti, gli anni – mai dimenticati – dell’infanzia mi sono tornati in mente con fortissima intensità. Il concerto è una rievocazione musicale della prima età rivista oggi, dal pozzo della vecchiaia, come una speranza di vita».

Il secondo brano è il Concerto dell’Arpeggione di Franz Schubert, nella versione per violino e orchestra da camera realizzata sempre da Gilardino nel 2010 su suggerimento di Filippo Michelangeli, direttore della rivista Suonare. Guido Rimonda ha in seguito revisionato la partitura e la parte del violino solista, suggerendo modifiche e aggiungendo delle arcate. Nel complesso, un omaggio rigoroso a un artista che ha saputo spaziare in tutto il mondo mantenendo sempre un legame autentico e profondo con le sue origini e con il suo paese.

L'appuntamento è alle 20,45 nella chiesa parrocchiale della Beata Vergine Assunta.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore