/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 04 maggio 2022, 23:15

Masi: «Gli episodi sono determinanti, c'è rammarico ma abbiamo dato tutto»

Nardecchia: «Stagione positiva ma c'è rammarico per non non aver passato il turno»

Masi: «Gli episodi sono determinanti, c'è rammarico ma abbiamo dato tutto»

«Abbiamo fatto una grande gara ma queste partite sono fatte di episodi: abbiamo avuto tante occasioni ma senza gol non vai avanti, basta prenderne uno. Sono parte equilibrate e sono difficili. C’è grosso rammarico ma abbiamo dato tutto quello che avevamo» dichiara Capitan Alberto Masi. Il difensore della Pro Vercelli poi prosegue: «Spiace, l’obiettivo era continuate ed andare il più avanti possibile: il calcio è questo, ora gli esami di coscienza per aver perso punti ad inizio stagione. Ora testa alta, abbiamo dato tutto: si riparte».

 

C’è rammarico per non aver segnato?: «Come ho detto, abbiamo preparato la gara, nel modo giusto ma quando prendi gol a 30’ dalla fine devi cercare di cambiare qualcosa ed essere offensivo. Gli schemi saltano, abbiamo provato ad andare avanti e centrare il pareggio: spiace, fa male ma va accettato».

 

La squadra ha fatto tanti punti e siete migliorati, potevate fare qualche partita in più?: «Sappiamo quanto valiamo, siamo una squadra di uomini ed un gruppo solido che lavora da tre anni. Abbiamo dimostrato di essere squadra anche nelle difficoltà. Abbiamo avuto difficoltà nella prima parte di stagione, abbiamo cambiato allenatore ed abbiamo fatto tanti punti. Abbiamo provato a sistemare la fase difensiva doveva avevamo fatto meno bene: è un peccato uscire con due risultati su tre, loro non ci hanno messo sotto. Spiace ma il calcio è questo a qualsiasi livello: contano gli episodi. Molte volte ci sono andati bene, vedi il rigore di Rizzo alla scorsa ma oggi è stato diverso. Bisogna limare gli errori».

 

A commentare l’eliminazione è stato anche Mister Massimiliano Nardecchia.

 

Grande rammarico?: «Non è bastato, abbiamo fatto una grande gara e l'abbiamo interpretata bene. Abbiamo pressato alto la Juventus e le nostre pressioni hanno dato frutto. C’erano tre palle gol clamorose e la squadra stava interpretando bene la gara, non è stato sufficiente. Non abbiamo concretizzato, ci siamo sfilacciati ma non abbiamo concesso nulla se non il gol. Peccato, meritavamo di più, lo dico a cuore aperto. Loro hanno qualità ma abbiamo meritato più noi. È una magra consolazione. Il positivo? Una grande gara giocata con tanto cuore, usciamo a testa alta. Potevamo proseguire ed avremmo fatto bene anche a livello nazionale».

 

Partita diversa nei due tempi, è una grande stagione?: «La stagione è positiva, abbiamo fatto un girone di ritorno importante in crescendo. Abbiamo valorizzato i giovani ed abbiamo fatto un grande lavoro. La nostra è una squadra forte, abbiamo ottenuto rispetto da tutti: ci fa onore, ma in questo momento è un palliativo. Bisogna pensare positivo, la società ha tra le mani una squadra di valore».

 

La squadra stava calando in passato, oggi l’opposto?: «La condizione generale è buona, infortuni a parte: questa partita è la conferma. C’è molto rammarico, c’è la consapevolezza che se avessimo passato il turno avremmo fatto bene. Nelle gare secche se ti gira male voli fuori, peccato per l’occasione di Bunino ma complimenti alla Juve».

 

Il rammarico sul finale della regolar season?: «Il rammarico è solo nel vedere la nostra squadra stare cosi bene dopo la doppia partita ed uscire. Se fossimo passati… c’è molto rammarico».

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore