/ Spettacoli

Spettacoli | 01 maggio 2022, 06:37

Al Civico, “Finirà?!...” spettacolo teatrale sui giorni del lockdown

Parole, immagini e musiche: la proposta de Il Porto per il primo maggio (ore 17,30).

Roberto Sbaratto e Cinzia Ordine

Roberto Sbaratto e Cinzia Ordine

Fine marzo 2020, tempo di lockdown. Tutti chiusi in casa. Reclusi. Impauriti. Alle prese con una vita diversa. Di angosce, innanzitutto. E una domanda che è anche una speranza: “Finirà?!...”.

“Finirà?!...” è il titolo di una nuova proposta teatrale dell'associazione Il Porto (leggi: Roberto Sbaratto, Cinzia Ordine, Giulio Dogliotti). Andrà in scena al Teatro Civico il 1º maggio, alle 17.30.

«Abbiamo pensato che tanti abbonati sono legati alla formula del matinée, al pomeriggio sul tardi» dicono Sbaratto e Cinzia Ordine alla conferenza stampa di presentazione, nei locali di Taverna e Tarnuzzer.

Uno spettacolo di parole (il monologo di Sbaratto, che parlerà ma canterà, anche), di immagini e di musiche.

Con quattro musicisti, pure loro sul palco: Stefano Profeta al contrabbasso, che ha curato anche le trascrizioni e gli arrangiamenti dei brani, Fabio Gorlier al pianoforte, Paolo Guercio alla fisarmonica e Mauro Ghiani alle percussioni.

«L'idea del titolo – spiega Sbaratto – me l'ha data una vignetta di Altan. In quel periodo, uno dei suoi ometti buffi che, appunto, si domandava: Finirà?»

«Che è una bella domanda. C'era il lockdown, ora il mondo parla e teme la guerra» dice Cinzia Ordine.

Nel monologo, spiegano i due, ci saranno i pensieri di noi tutti, durante quei giorni, le nostre paure, certo, ma non mancherà un po' di ironia «sulla traccia dell'umorisimo ebraico» sottolinea Sbaratto.

Parole, immagini e canzoni: e ogni canzone che ascolteremo - che sia di Ivano Fossati, di Jannacci, di Gaber, dei Dik Dik o di Aznavour – avrà un suo significato.

Poi. Ci sarà anche uno spazio dedicato al dialetto vercellese. Chissà se c'è un termine che si avvicina a lockdown? A “Finirà” di sicuro, c'è.

“Finirà?!...” il primo maggio, ore 17,30 al Teatro Civico.

I prezzi del biglietto sono quelli del normale della stagione di prosa comunale: 18.00 € (intero) e 15.00 € (ridotto).

La prevendita si terrà presso il botteghino del Teatro a partire da mercoledì 13 aprile con i seguenti orari: mercoledì e venerdì 17.30-19.30, sabato 10-12.

Lo spettacolo è realizzato con il contributo della Fondazione CRV e grazie alla sponsorizzazione della riseria “S.P. s.p.a.” di Stroppiana.

Durante la conferenza stampa, Sbaratto e Cinzia Ordine hanno dedicato un pensiero a chi, in quel periodo, scomparve. Come Gigi Bulsei, come il dottor Luciano Bellan (compagno di scuola di Sbaratto), come tanti altri. Ma la vita continua e la vita finisce, come sempre. Anzi no: con – in più - un “Finirà?!...” che ha cambiato il modo di vivere e vedere il nostro tempo.

Remo Bassini

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore