/ Attualità

Attualità | 21 gennaio 2022, 08:16

Piemonte in arancione: nuove restrizioni in vista per chi non ha il super green pass

Cambio di colore da lunedì e divieti sono mirati nei confronti dei no-vax

Piemonte in arancione: nuove restrizioni in vista per chi non ha il super green pass

Il Piemonte vira verso l'arancione. Da lunedì si prepara un ulteriore giro di vite per chi non ha il green pass da vaccino o da guarigione.

leggi anche: I DATI MIGLIORANO MA IL PIEMONTE RISCHIA L'ARANCIONE

E mentre il passaggio dalla zona bianca alla zona gialla è stato "indolore", perché di fatto superato dalle nuove disposizioni adottate a livello governativo dai decreti di inizio anno, il passaggio in arancione prevede una serie di misure differenziate con limitazioni specifiche per chi non si è vaccinato.

La novità rispetto al passato è che le misure non riguardano chi possiede il super green pass da vaccinazione o avvenuta guarigione, ma soltanto i soggetti non vaccinati. In questo caso gli spostamenti con mezzo proprio verso altri comuni della stessa Regione o verso altre Regioni sono consentiti solo per lavoro, necessità, salute o per servizi che non siano disponibili nel proprio comune (ed è necessaria l'autocertificazione).

Restano consentiti gli spostamenti dai centri con un massimo di 5mila abitanti verso altri comuni entro i 30 chilometri, tranne che verso il capoluogo di provincia. È vietato l’accesso ai negozi presenti nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (tranne alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi). A chi ha il green pass base, che si ottiene con tampone negativo, è vietato l'accesso ai negozi presenti nei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi (eccetto alimentari, edicole, librerie, farmacie, tabacchi), l’effettuazione di corsi di formazione in presenza e la pratica di sport di contatto all’aperto.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore