/ Santhiatese

Santhiatese | 20 gennaio 2022, 13:00

Tamponi in farmacia ai bimbi delle elementari in quarantena

Il Comune di Santhià al fianco di famiglie e Asl

Tamponi in farmacia ai bimbi delle elementari in quarantena

Tamponi per i bimbi della primaria in quarantena per un caso in classe: il Comune di Santhià si mette a disposizione delle famiglie e fornisce un aiuto al Sisp accollandosi l'onere dei tamponi da effettuare in tempi brevi che, nel particolare momento, l'Asl non riesce a garantire.

«Nonostante la scuola abbia riaperto da pochi giorni - spiegano dal Comune - diverse classi della primaria sono già state messe in dad a causa anche solo di un caso positivo riscontrato, che ha comportato, come da indicazione dell’Asl e trasmessa alle famiglie dalla scuola, l’isolamento per 10 giorni in attesa del tampone dell’Asl, che sappiamo al momento trovarsi in grande difficoltà per la diffusione del contagio. Comprendendo il disagio delle famiglie e il forte momento di stress per i bambini, abbiamo chiesto alle farmacie santhiatesi, che ringraziamo per essersi rese subito disponibili, di effettuare entro tempi brevi il tampone ai bambini della classe messa in Dad (il famoso T0 che ora l’Asl non riesce a effettuare) e consentire quindi, in caso di negatività di tutti gli altri alunni e di conferma di una sola positività verificatasi in precedenza, alla classe di rientrare a scuola quanto prima.

L’eventuale costo dei tamponi per i bambini della scuola primaria sarà a carico del Comune. Naturalmente, trattandosi di bambini piccoli, sarà facoltà della famiglia decidere o meno di sottoporre il proprio figlio al tampone che, qualora non volesse farlo, dovrà stare necessariamente in isolamento fino alla fine della quarantena.

«Ci siamo adoperati subito per risolvere questa problematica che diverse famiglie ci hanno fatto presente, sia per conciliare gli impegni lavorativi e familiari, sia per alleggerire il carico di stress su bambini e genitori. Ringraziamo di cuore le farmacie santhiatesi, il dirigente scolastico che fattivamente hanno aderito all’iniziativa non appena presentata dal Comune», commenta il sindaco Angela Ariotti che ha gestito la situazione in sinergia con il vice Mattia Beccaro.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore