/ Attualità

Attualità | 19 gennaio 2022, 16:14

In arrivo 4 milioni di euro per interventi di riqualificazione su 86 alloggi di edilizia popolare

Programma "Sicuro, verde e sociale": importanti stanziamenti per il capoluogo. Ecco gli immobili sui quali si interverrà

Uno degli stabili di via Ranghino, al rione Cappuccini

Uno degli stabili di via Ranghino, al rione Cappuccini

Con un investimento di 4 milioni e 200mila euro Atc Piemonte Nord riqualificherà, da un punto di vista energetico 86 alloggi del patrimonio di edilizia popolare presenti in città. In particolare, per quanto concerne il patrimonio Atc, verranno rimessi a posto gli stabili dei Cappuccini, in via Ranghino ai numeri civici 5-A, 5-B e 7/A e 7/B per un totale di 32 alloggi, 6,117 metri quadrati e un importo di un milione e 573,611 milioni di euro. Altri interventi sono stati approvati in Don Pollone 6, sempre al rione Cappuccini. In questo caso la spesa prevista per riqualificare 16 alloggi (2,200 metri quadrati) è di 727.318,61 euro. Per quanto riguarda gli stabili comunali verranno riqualificati quelli di via Palli ai civici 32, 34 e 36, per un importo di un milione e 900mila euro che andranno a sistemare 38 alloggi per 6.117 metri quadrati.

«E' un'occasione storica per ristrutturare numerosi stabili, per un bene fondamentale che è per noi la casa. Ringraziamo l’Atc, le amministrazioni comunali e gli uffici regionali per la grande sinergia dimostrata, che ha prodotto i risultati raggiunti», dicono il presidente della Regione, Alberto Cirio e l'assessore alla Casa, Chiara Caucino, presentando gli stanziamenti ottenuti, a livello regionale, dalla partecipazione al programma "Sicuro, verde e sociale" finanziato, a livello nazionale con risorse del PNC-Piano Nazionale Complementare del Pnrr .

«Anche il Vercellese si è dimostrato rapido a intercettare tutte le opportunità di crescita e di utilizzo delle risorse a disposizione e a cogliere l'occasione d’oro aggiunge Caucino - intercettando importanti fondi per favorire l’efficientemento energetico, la riduzione del rischio sismico, la verifica statica e l’incremento del patrimonio dell’edilizia residenziale pubblica». 

Agli uffici dell’assessorato di via Bertola, a Torino, sono giunte dai Comuni della Provincia altre decine di richieste che al momento non possono essere soddisfatte ma che, ci si augura, rientreranno nei futuri finanziamenti, sempre legati al fondo complementare Pnrr.

Gli interventi verteranno su opere di efficientamento energetico come il miglioramento delle canne fumarie, degli infissi e la riqualificazione dell’impiantistica secondo le più moderne e meno impattanti tecnologie.

«Si tratta di un finanziamento fondamentale per dare quell’impulso decisivo all’edilizia residenziale pubblica - spiegano il presidente Cirio e l’assessore Caucino - Ringraziamo i Comuni del Vercellese e Atc Piemonte Nord per la preziosa collaborazione dimostrata, che si tradurrà nella riqualificazione di quasi 100 alloggi, rendendoli sempre più confortevoli e adatte alle necessità degli assegnatari. La casa, per noi, è un diritto inalienabile e siamo convinti che solo con una collaborazione con tutti i soggetti coinvolti, si possa arrivare a garantirlo davvero a chine ha bisogno e soprattutto diritto».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore