/ Trino

Trino | 15 gennaio 2022, 17:27

Riapre il centro vaccinale di Trino: 800 somministrazioni la settimana

Il sindaco Daniele Pane: «Da due anni i nostri volontari e il Comune sono in prima linea»

Riapre il centro vaccinale di Trino: 800 somministrazioni la settimana

Chiuso a dicembre, al termine della campagna di somministrazione delle seconde dosi, il centro vaccinale di Trino è tornato nuovamente in funzione per dare il proprio contributo all'abbattimento dei tempi di somministrazione in seguito alla dose booster, alla riduzione dei tempi di attesa tra i richiami e all'ampliamento delle categorie soggette a obbligo vaccinale.

«Da questo weekend effettueremo circa 800 somministrazioni a settimana per tutto il tempo che sarà necessario», spiega il sindaco Daniele Pane, ribadendo l'impegno profuso, non solo dall'amministrazione e dall'Asl, ma anche il mondo del volontariato da sempre in prima linea nella lotta al virus.

«Non potendo inizialmente prevedere l'evoluzione repentina che si è avuta dopo l'arrivo della variante Omicron - spiega Pane -, il mercato coperto era tornato alla sua destinazione originaria, quella di un spazio dove poter organizzare anche eventi, cosa che è stata fatta per il periodo Natalizio. Avendo quindi calendarizzato gli eventi natalizi e preso impegni con artisti e lavoratori e con le associazioni trinesi, e ravvisata anche la necessità di permettere alle persone di vivere il Natale attraverso questi eventi, quando l’Asl ci ha chiesto una mano abbiamo trovato in Morano una soluzione alternativa che ci ha permesso di lavorare alla grandissima. Ringrazio il Comune Morano sul Po per aver allestito d’urgenza, dopo la richiesta di accelerare le vaccinazioni da parte dello stato centrale, per averci ospitato al salone».

Una scelta che non tutti nella cittadina, hanno condiviso. «C'è stato chi ci ha criticato lamentandosi di essersi dovuto recare a Morano perché “a Trino dovevano fare le feste”. - dice il sindaco -. Ritengo offensive queste affermazioni per me e la mia squadra che da due anni a questa parte non ha mai lesinato un secondo di impegno ma soprattutto per tutti i volontari che da due anni si dedicano esclusivamente alla sicurezza e alla salute dei nostri cittadini ogni giorno e ogni weekend. Se non lo avessimo fatto, ripeto, a titolo di volontariato, l'alternativa sarebbe stata andare a Casale o Alessandria...».

Ora comunque il centro dell'ex Mercato coperto è nuovamente in servizio e questa riapertura offre a Pane lo spunto per invitare ancora una volta i pochi dubbiosi a presentarsi per le vaccinazioni.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore