/ Sport

Sport | 18 dicembre 2021, 22:37

Engas Hockey Vercelli batte Sandrigo per 5-3. Vercellesi ancora terzi in classifica

HV rischia, a sorpresa, negli ultimi cinque minuti, ma poi Ojeda chiude il match.

L'esultanza di Juan Moyano dopo aver segnato la prima rete per Engas Hockey Vercelli contro il Sandrigo (Foto: Ilaria Pozzato)

L'esultanza di Juan Moyano dopo aver segnato la prima rete per Engas Hockey Vercelli contro il Sandrigo (Foto: Ilaria Pozzato)

Altra vittoria di Engas Hockey Vercelli che si impone per 5-3 su Sandrigo al Palapregnolato. Partita dai due volti, con Engas a dominare e gestire, anche con tre gol di vantaggio sino a cinque minuti dal termine quando, a sorpresa, le carte si rimescolano, complici due cartellini blu, uno per squadra. Sandrigo accorcia sino al 4-3. Nelle ultimissime fasi tutto è possibile, ma HV è bravo, grazie ad un ottimo Ojeda, a chiuderla definitivamente. 

In classifica, HV consolida il proprio attuale terzo posto con 21 punti. In testa, Trissino continua il suo monologo a punteggio pieno, seguito da Follonica con 23 punti. Prossima partita dei nerogialloverdi mercoledì 22 dicembre in trasferta a casa del Valdagno, che attualmente occupa le zone basse della classifica. 

Andiamo ora a ripercorrere il match di questa sera.

Primo tempo: la partita inizia con azioni condotte da ambo le squadre, ma prive di reale pericolosità. Poi, infortunio per Garcia a causa di un fortuito contatto con Ojeda, Gavioli lo rileva per gli ospiti. La fase di studio fra le due formazioni continua fino al settimo minuto quando, alla prima vera occasione della partita, il risultato si sblocca. Con un fendente basso in diagonale dalla destra, Moyano, servito da capitan Tataranni segna l’1-0. Sandrigo pareggia tre minuti dopo grazie ad un contropiede fulminante di Garcia, nel frattempo rientrato in pista. Subito dopo, rigore assegnato ad HV per fallo su Moyano da parte del portiere Cocco e da un difensore. Tataranni si porta sul dischetto: tira forte ma centrale e Cocco respinge. Maniero si produce in una buona iniziativa dalla sinistra, ma senza fortuna. L’Engas giunge al vantaggio con una pregevole giocata di Ojeda che salta due avversari e tira: conclusione su cui, fulmineo, si avventa Tataranni deviandola, realizzando così il 2-1. Escono proprio Tataranni e Maniero, entrano Sisti e Brusa, mentre per il Sandrigo fa il suo ingresso in pista Poletto. Ojeda, lanciato in contropiede, viene fermato da Pallarers, sanzionato con cartellino blu. Ojeda stesso si incarica del tiro ad uno, la sua splendida esecuzione vale il 3-1 per i nerogialloverdi. Sandrigo prova a far male in contropiede con Cacau, ma Verona tira giù la saracinesca. Rientra Moyano al posto di Sisti. Ojeda, servito da Maniero, ci prova dalla destra, ma trova pronto Cocco. Verona è ancora bravo a dire di no, sempre a Cacau, col casco. Das Neves ha una buona occasione per il Sandrigo poi, su immediato capovolgimento di fronte, Maniero, dopo un taglio di Ojeda, si rende molto pericoloso ma senza fortuna. Sempre il numero 96, dopo aver recuperato una pallina in difesa, si invola, scambia con un compagno e poi giunge al tiro, colpendo il palo alla sinistra di Cocco. Si va a riposo sul 3-1.

Secondo tempo: Engas allunga subito dopo soli due minuti di gioco: Matteo Brusa, dopo aver recuperato pallina, parte in contropiede, si accentra e tira, trovando una rete meritata, oltre che di gran fattura, dopo il lungo infortunio subìto. Qualche minuto dopo, Verona si produce in una parata maiuscola, negando al Sandrigo la possibilità di dimezzare lo svantaggio. A seguire, una diagonale di Brusa porta pericolo alla porta veneta. Engas controlla e produce gioco. Dopo un’azione collettiva ben dosata nella variazione di ritmi, Ojeda coglie un palo. Proprio l’argentino numero 55 viene colpito al viso da Rigon in maniera involontaria. Poi, Pallares prova a colpire con un’iniziativa personale, ma la conclusione non è in grado di impensierire Verona. Su contropiede, Maniero, servito da Brusa, ha una grandissima occasione, ma Cocco ben si oppone. Esce Tataranni, rilevato da Mattugini. Proprio lui si gira bene in area, ma un avversario ribatte la sua conclusone. Poi, Maniero commette fallo in area, rigore per Sandrigo: Das Neves lo batte nell’angolino a sinistra di Verona che si supera impedendo alla pallina di entrare in rete. A seguire, bella iniziativa personale di Mattugini che, però, tira fuori di pochissimo. Sandrigo si porta sul 4-2, dimezzando la distanza con un gol da distante di Das Neves, maturato dopo un giro palla della formazione biancoazzurra. Poco dopo, cartellino blu per Verona che stende Das Neves. Mancano due minuti e mezzo alla fine del match e Das Neves infila Pasciullo con il tiro ad uno, siamo sul 4-3. Subito dopo, Cacau atterra Moyano e viene sanzionato con il cartellino blu. Ojeda, complice un ottimo Cocco, non realizza. Siamo di fronte ad un finale sorprendente, con una partita riaperta dal Sandrigo dopo essere stata in gran parte controllata dai padroni di casa. Poi, a 48 secondi dalla fine, Ojeda ferisce in contropiede i veneti, partendo dalla destra, per poi accentrarsi e colpire Cocco in diagonale: 5-3. Finisce così. 

Tabellino 

Formazioni: 

Engas Hockey Vercelli: Verona fra i pali, Tataranni (C), Moyano, Maniero, Ojeda, Sisti, Brusa, Mattugini, Pasciullo. Allenatore: Sergi Punset. Telea Medical Sandrigo: Cocco in porta, Garcia, Pallares, Das Neves, Gavioli, Cacau, Paletto, Rigon, Menin, Dal Monte. Allenatore: Franco Vanzo

Arbitri: Simone Brambilla, Marcello di Domenico

Reti: 1°T: 17’57 Moyano (HV) 1-0; 14’56 Garcia (Sandrigo) 1-1; 12’02 Tataranni (HV) 2-1; 9’40 Ojeda (HV) 3-1. 2°T: 22’21 Brusa (HV), 4-1; 4’38 Das Neves (Sandrigo), 4-2; 2’23 Das Neves (Sandrigo), 4-3; 0’48 Ojeda (HV) 5-3

Cartellini blu: 1°T: 9’40 Pallares. 2°T: 2’23 Verona (HV); 2’14 Cacau (Sandrigo)

 

Elisa Rubertelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore