/ Sport

Sport | 14 dicembre 2021, 10:00

PFV under 19: pesante passivo, ma contro una squadra troppo fortre

18 a 80 contro il B.C. Castelnuovo che schiera in pratica la stessa formazione che partecipa, contemporaneamente, al campionato interregionale di serie B

La PFV under 19, foto archivio

La PFV under 19, foto archivio

CAMPIONATO UNDER 19 -

Girone A – qualificazione – 6^ giornata di andata

Lunedì 13.12.2021 a Vercelli– Palestra Sc. Media Pertini-Lanino

Pallacanestro Femminile Vercelli - B.C. Castelnuovo 18-80

(Parziali: 0-21; 5-39; 10-53)

Tabellino: Liberali; Francese A. 4; Ifa Uwaidae ; Lo Ndeye; Momo C. 10; Cadiry; Dikrane 4; Fassone; Chillini; Zanetti n.e.. All.: Adriana oralluzzo

 

Disco rosso per la under 19 della PFV sconfitta in casa dal fortissimo B.C. Castelnuovo per 18-80, squadra che ambisce al titolo regionale e schiera in pratica in questa categoria la stessa formazione che partecipa, contemporaneamente, al campionato interregionale di serie B.

Come si intuisce dal punteggio non c’è stata storia: un terribile quanto perentorio 0-21 del primo quarto annichiliva un po’ le padrone di casa chiudeva di fatto la gara. Le alessandrine si limitavano ad amministrare nei successivi due quarti (5-39; 10-53) mentre le vercellesi tentavano di mettere in pratica quanto provato in settimana per limitare la temuta “cannoniera” da tre punti avversaria, riuscendoci bene posto che subivano un solo canestro da tre.

Nell’ultimo quarto, poi, Castelnuovo alzava i ritmi, forse alla ricerca dei cento punti, ma la difesa della PFV, per quanto possa sembrare paradossale in una gara finita con il punteggio di cui sovra, reggeva bene – vista anche la disparità di forze in campo – e limitava il passivo a “soli” ottanta punti subiti.

Abbastanza soddisfatta alla fine coach Adriana Coralluzzo che, al di là delle proporzioni del punteggio finale e dei pochi punti realizzati dalla propria squadra, ha intravisto qualche segnale di progresso nell’atteggiamento generale, nella determinazione difensiva e nell’impegno a mettere in pratica quanto si prova settimanalmente in allenamento.

Note positive le prestazioni di Carolina Momo (10 p.ti) finalmente propositiva e determinata come ci si attende da lei, e delle altre due “marcatrici” della serata, Francese (2004) e Dikrane, under 15 del 2007, prestata alle più grandi.

Claudio Roselli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore