/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 04 dicembre 2021, 23:00

Gran conclusione di “Novembre in Musica a Santhià”

Protagonisti il Maestro di fama internazionale Massimiliano Genot e il suo allievo Riccardo Fracasso

Gran conclusione di “Novembre in Musica a Santhià”

Venerdì scorso si è positivamente conclusa la rassegna “Novembre in Musica a Santhià” che da qualche anno l’Assessore alla Cultura Renzo Bellardone (da poco riconfermato nell’incarico) organizza portando la grande musica classica in una città che non è certo estranea a questa forma artistica, avendo ad esempio. tra i propri concittadini l’organista e musicologo Arturo Sacchetti.

La rassegna dunque è terminata con un Piano Recital il primo santhiatese del XXI secolo, avendo come protagonisti Massimiliano Genot Maestro di fama internazionale (più volte esibitosi a Vercelli grazie alla Società del Quartetto e al Festival Viotti) e un suo allievo locale il ventenne Riccardo Fracasso, che forse qualcuno ricorderà diciottenne alla Galleria Via Dei Mercati per la Giornata Europea della Musica a Vercelli.

L’iniziativa tenutasi nell’accogliente Sala Parrocchiale (ottimamente ristrutturata proprio per eventi culturali) è stata notevolissimi anche per il modo in cui ha interagito con il pubblico che ha affollato il locale: l’attrice vercellese Licia Di Pillo ha introdotto ciascuno dei sette brani in scaletta con immediate precise annotazioni storico-critiche . In quanto agli interpreti se di Genot già si conosce la bravura, confermata da partiture impegnative come Beethoven e da Listz, la vera sorpresa è stato il Millenial, un Fracasso in gran forma, capace di divertire, eccitare, commuovere ai tasti di uno Steinway Grancoda con un repertorio che mette in risalto la sua esuberanza come cifra espressiva, alle prese anche con un programma eclettico da Mozart a Schubert, da Chopin a Brahms (fino al terzo bis con Scriabin).

Il gran finale è stato poi riservato a due commozione a quattro mani dove Fracasso-Genot hanno confermato il futuro e il presente di un’eccellente scuola pianistica.

Guido Michelone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore