/ Sport

Sport | 01 dicembre 2021, 12:29

Un regalo per i piccoli pazienti oncologici: Engas Hockey Vercelli a sostegno dell'Associazione Oncologica Pedriatrica O.D.V.

Sabato tutti potranno donare giocattoli di fronte al Palazzetto. IL DG Sabatino sulla partita con il Grosseto: "Vogliamo il risultato"

Gli stemmi, uniti per questa nobile iniziativa, di Engas Hockey Vercelli e dell'Associazione Oncologica Pediatrica O.D.V.

Gli stemmi, uniti per questa nobile iniziativa, di Engas Hockey Vercelli e dell'Associazione Oncologica Pediatrica O.D.V.

Engas Hockey Vercelli rinnova il suo abituale impegno nel sociale con una nuova iniziativa dedicata all'Associazione Oncologica Pediatrica O.D.V.. Domenico Sabatino, DG di HV: Quando siamo nati come società, ci siamo prefissi il raggiungimento di obiettivi non solo sportivi, ma anche nel campo della beneficenza e del sociale. Questo Natale gestiremo regali destinati al reparto oncologico pediatrico oncologico dell’ospedale Regina Margherita di Torino. Per noi è qualcosa di fondamentale: chi riceve del bene lo fa, ma ancora di più chi ne fa .” 

Dalle 19.30 alle 21, chi vorrà potrà portare piccoli o grandi doni che verranno raccolti fuori dal Palazzetto. Ricordiamo, inoltre, che nella sede dell’associazione Oncologica Pediatrica sita in via Ariosto n 3, sono disponibili anche cesti natalizi con specialità gastronomiche, il cui ricavato sarà devoluto ai progetti solidali. (Per chi volesse approfondire, questo il sito internet: https://www.associazioneoncologicapediatrica.it )

La signora Franca Alessio Francese illustra finalità e storia dell’Associazione : Purtroppo il Covid attualmente ci impedisce di essere fisicamente vicini ai bambini, ma è giusto poter far giungere loro i regali, in modo possano trascorrere, sebbene nel loro dolore, un Natale più normale La nostra associazione è nata nel 2017: abbiamo iniziato con una raccolta fondi per il nostro nipotino, un bambino di 4 anni che purtroppo non ce l’ha fatta. L’associazione  continua a procurare il necessario ai bimbi malati per cercare di alleggerire il più possibile la loro permanenza in ospedale”

Fabrizio Laggetto, dirigente HV responsabile dell’iniziativa solidale: “Faccio un appello a tutti i tifosi, e non, di venire sabato al banchetto portando doni, allo scopo di donare un po’ di serenità a bambini che affrontano una situazione veramente pesante ed ostica. Vi chiediamo di non incartare i regali, lo farà successivamente l’Associazione che li destinerà ai piccoli pazienti a seconda dell’età e del sesso. Prepareremo anche del vin brulè solidale ad offerta libera che verrà destinato all’associazione. Per fare un esempio pratico dell’uso di questi fondi: da poco, sono stati acquistati quindici televisori, sempre per il reparto oncologico pediatrico del Regina Margherita, al fine di sostituire quelli datati.”

Christian Gobbato del Circolo Bellaria, da tempo al fianco dell'Associazione: L’abbiamo conosciuta per caso, toccando con mano il dolore e la rabbia provata da questa famiglia e il loro modo straordinario di trasformarli in qualcosa di costruttivo e coraggioso. Ogni goccia diventa un mare, siamo fieri e felici di poter collaborare con Engas Hockey Vercelli, società composta, come il nostro circolo, da amici.” Daniele Toffanin, sempre del Circolo Bellaria, spiega in concreto cosa si può donare: Essenzialmente giocattoli e giochi per ogni età, da bambini a ragazzi. Con questo progetto, la solidarietà gioca una partita importante per il più ambito dei trofei: un sorriso.”

 

Passiamo ora all’attualità del versante sportivo, sempre con il DG di Engas Hockey Vercelli Domenico Sabatino:Anche il risultato di sabato scorso a Matera è stato importante. Per noi era una finale perché i  nostri avversari giocano per la salvezza, come noi. Tutto ciò in più che arriva è un bene; stiamo giocando con una bella intensità e lo abbiamo fatto anche sul quel campo che era difficile. Sabato al palazzetto sarà un’altra finale perché il Grosseto è coriaceo, muscoloso, fisico, difficile da affrontare e lo hanno visto tutti. Dovremo essere bravi nell’affrontarli, ma avremo il nostro pubblico: è il momento giusto per venire fuori, dando il meglio. Questi sono le compagini in lotta per il nostro stesso scopo e, quindi, vogliamo anche sabato il risultato.”

La riflessione di Sabatino si allarga alla totalità della stagione fin qui disputata: “Già durante la preparazione, mister Punset ci diceva che la nostra squadra avrebbe avuto caratteristiche positive, perché composta da giocatori fisici, tecnici, veloci, umili e sempre pronti a dare il massimo. Poi, non ci siamo fatti abbattere dai primi risultati in cui  abbiamo sì perso, ma bene, sia con il Forte dei Marmi che con il Trissino. Alla lunga sono venuti fuori i numeri dei nostri ragazzi. Abbiamo una squadra tranquillamente gestibile con otto giocatori, i cambi non mutano la sostanza e il mister è bravo a farli. A questo punto prendiamo ciò che viene, chissà che non giungano obiettivi più importanti." Un pensiero concreto va alle future nuove leve, con cui si lavora econ un progetto dedicato: Quando in B giocano i ragazzini noi abbiamo vinto la partita: vogliamo creare le condizioni per i ragazzi giovani possano darci in futuro una man per la categoria superiore. Giovedì inizieremo con il settore giovanile: partiremo dalle scuole, grazie all’aiuto di tutta la società, mister e staff che si dedicheranno a questo importante nuovo obiettivo a cui teniamo molto.”

Elisa Rubertelli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore