/ Cronaca

Cronaca | 01 dicembre 2021, 15:02

Addio a Nunzia Valcante, storica panettiera e donna generosa

Il ricordo: «Hai sempre aiutato tutti e ti sei fatta voler bene: grazie per le tue preghiere e per la tua bontà»

Addio a Nunzia Valcante, storica panettiera e donna generosa

Vercelli ha detto addio a Nunzia Valcante, storica panettiera di piazza Galilei, al rione Cervetto. Aveva 72 anni e tantissime persone, a Vercelli, la conoscevano e apprezzavano per il suo cuore generoso e per l'impegno a favore delle persone bisognose.

Persona gioviale e allegra, di grande fede, Nunzia Valcante non faceva mai mancare un aiuto a chi era in difficoltà: in negozio, da lei, c'erano sempre un sorriso e una pagnotta pronta per sfamare i più poveri e i più soli. Finché la salute glielo ha consentito, poco tempo libero che aveva a disposizione, Nunzia Valcante era stata volontaria in carcere. «Un'indimenticabile donna buona» sono le parole usate da Valeria Climaco, responsabile dell'area educativa del Billiemme per dire addio alla donna. E, richiamando un post di qualche anno fa, Climaco ricorda: «Nunzia non può essere presente agli eventi del carcere perché è impegnata in negozio, ma il suo cuore è tanto grande da saper raggiungere comunque molte bocche da sfamare. Sia recluse che libere, senza mai chiedere nulla in cambio». E, per la sua generosità operosa e silenziosa, fa la donna era stata segnalata e aveva ricevuto uno dei Premi di Bontà del giornale La Sesia.

A Vercelli Nunzia Valcante aveva fatto parte di diversi gruppi di preghiera: «con le tue preghiere - ricorda un'amica - hai sempre aiutato tutti e con il tuo incondizionato amore ti sei fatta amare. Grazie per quello che hai fatto, grazie per la tua bontà, continua a vegliare su tutti noi».

Nunzia Valcante lascia il figlio Emanuele, con Mara, il fratello Camillo, con Marilena, le nipoti Valentina e Giulia.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore