/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 23 novembre 2021, 11:50

La Feralpi ferma in extremis il Südtirol, Padova e Renate ringraziano

Il commento della quindicesima giornata del campionato di Serie C girone A

Pergolettese-Pro Vercelli, prima del fischio di inizio

Pergolettese-Pro Vercelli, prima del fischio di inizio

Si è concluso la quindicesima giornata del campionato di Serie C girone A. Anche in questo turno le emozioni non sono mancate: vince il Padova, la Feralpi blocca il Südtirol in extremis, il Renate vince di misura, la Pro Vercelli crolla contro la Pergolettese e la mina vagante Albinoleffe non trova la via del gol. Andiamo, nel dettaglio, ad analizzare la giornata di campionato.

 

Le dieci della classe

Ad aprire la giornata è stata l’importante vittoria della Juventus U23 contro il Fiorenzuola. A sbloccare la gara ci pensa Aké: al minuto 49 trova la rete del vantaggio ed al minuto 75 sigla la doppietta. A nulla serve il gol di Arrondini al minuto 78: vincono i bianconeri. Dopo i 3 punti, la Juve vola al settimo posto e colleziona 21 punti. Capitolo diverso per gli ospiti che, con 16 punti, si posizionano quattordicesimi. Pareggiano 0-0 Pro Patria e Seregno. Padrini di casa che, con 15 punti, si collocano sedicesimi. Ospiti, invece, che conquistano la tredicesima posizione: 16 punti totali da inizio stagione. Vince in trasferta il Renate per 0-1 contro la Giana Erminio. A decidere il match è, al minuto 31, la rete di Maistrello. I padroni di casa, dopo la settima sconfitta stagionale, restano a quota 12 punti e trovano la diciannovesima posizione. Capitolo totalmente diverso per il Renate che sale a quota 32 e trova il secondo posto del girone.

 

Crolla in maniera netta la Pro Vercelli che, in trasferta contro la Pergolettese, esce sconfitta – e con le ossa rotte – per 4-0. A nulla è servito il ritiro organizzato dalla società e la panchina di Scienza, seppur confermato, traballa sempre di più. Ad aprire la gara ci pensa, dal dischetto, l’ex Kevin Varas: siamo al minuto 51. La doccia fredda arriva pochi minuti dopo: oltre a Iezzi (espulso per doppio giallo) pure il portiere Tintori colleziona il cartellino rosso: Pro in 9 e catastrofe preannunciata. Hide Vitalucci, italo-giapponese, ne approfitta e sigla una doppietta: al minuto 75 secco il raddoppio ed al minuto 82 si cala il tris. Il Poker definitivo arriva pochi minuti dopo, precisamente al minuto 86, quando Villa supera l’incolpevole Rendic. Dopo la vittoria i padroni di casa si collocano quindicesimi con 16 punti. Capitolo buio per la Pro che, sempre ferma a 20 punti, si colloca ottava. Vince e convince lo strepitoso Padova che spazza via, in trasferta, il Piacenza con un netto 1-3. Ad aprire le danze ci pensa il solito Bomber Chiricò che, con una magia all’ottavo minuto, indirizza la gara. Il raddoppio porta la firma del solito, esperto, Ceravolo: minuto 37 e 0-2 Padova. I veneti non hanno intenzione di fermarsi ed a metà secondo tempo, con Jelenič, realizzano il definitivo gol vittoria. Nel finale di gara, al minuto 84, Raičević sigla il gol della bandiera ma non basta: i padroni di casa restano a quota 17 e trovano la dodicesima posizione. Capitolo diverso per gli ospiti che, con 30 punti ed una gara in meno, si collocano terzi. Finisce a reti bianche la gara tra Pro Sesto ed Albinoleffe: padroni di casa che, nonostante il punto guadagnato, restano ultimi a 12 punti. Gli ospiti si collocano sesti con ben 22 punti.

 

Termina con un pareggio per 1-1 il big match tra Südtirol e Feralpisalò. A passare in vantaggio sono gli ospiti che, Broh, al minuto 14, iniziano la gara nel migliore dei modi. Nonostante i pochissimi gol subiti (solo quattro in campionato) i padroni di casa devono arrendersi a Balestrero che, al minuto 85, pareggia i conti: X in extremis. Il Südtirol resta primo e conquista 37 punti, ospiti che invece – con 29 punti – si collocano quarti. Vince in maniera netta il Trento in casa che affossa per 3-0 il Lecco: Tainotti, al minuto 15, sblocca il match. Il raddoppio porta la firma di Carini dopo 60’ di gioco e la doccia fredda la serve Luci nei minuti finali di recupero: dopo la vittoria il Trento supera il Lecco; nono slot in classifica e 19 punti. Ospiti che restano fermi a 17 punti e trovano l’undicesima posizione.

 

Vince in casa il Virtus Verona che batte, di misura, per 1-0, il Mantova: è Marco Amadio – al minuto 44 – a decidere l’incontro. I padroni di casa, con 17 punti, salgono al decimo posto in classifica. Ospiti che, con 14 punti, si collocano diciassettesimi. A chiudere la giornata è stata la netta vittoria, in trasferta per 0-2, della Triestina contro il Legnago Salus. Galazzi (minuto 7) e Littieri (al 75esimo) regalano la sesta vittoria alla propria squadra. Ospiti che, con 23 punti, conquistano la quinta posizione. I padroni di casa restano a quota 14 punti e si collocano diciottesimi-

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore