/ Attualità

Attualità | 19 novembre 2021, 19:01

Covid, un anno fa impatto dieci volte più devastante: i dati a confronto

Il presidente Cirio e l'assessore Icardi: «La strategia del vaccino è stata giusta: lo dicono i dati su contagi, ricoveri e morti»

Covid, un anno fa impatto dieci volte più devastante: i dati a confronto

Un anno fa l’impatto del virus in Piemonte era dieci volte più alto per numero di contagi e ricoveri ospedalieri. Un impatto ancor più impressionante lo si evidenza sulla mortalità, passata dai 1.522 decessi registrati nel mese a cavallo tra ottobre e novembre 2020, ai 60 nello stesso periodo di quest’anno.

Sono i dati della Regione Piemonte a raccontare l'evoluzione della pandemia sul territorio, confermando l'importante ruolo avuto dai vaccini.

I contagiati sono passati dai 95.254 di allora ai 9.965 di oggi, mentre il numero medio di posti letto occupati di terapia intensiva da 227 a 21 e di degenza ordinaria da 3.297 a 216.

«Questi dati ci fanno capire l’importanza di vaccinarsi, perché a fare la differenza su questi numeri sono stati i vaccini» sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi, evidenziando, viceversa, che due su tre fra i ricoverati per Covid in terapia intensiva non sono vaccinati. In particolare, dei 29 ricoveri attuali 20 riguardano pazienti non vaccinati (13 uomini e 7 donne), altri 9 sono invece pazienti vaccinati (5 uomini e 4 donne).

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore