/ Politica

Politica | 16 novembre 2021, 06:48

Il "caso Pezzana" alla ribalta nazionale

Incontro in Prefettura per Radicali Italiani, +Europa Vercelli e Associazione Adelaide Aglietta

Il "caso Pezzana" alla ribalta nazionale

Parte da Vercelli la campagna nazionale per ottenere un provvedimento unico che, mettendo una serie di paletti chiari, sani le discrepanze nelle decisioni degli enti locali in merito alla revoca della cittadinanza onoraria a suo tempo concessa a Benito Mussolini.

Non si ferma, dunque, la battaglia di Radicali Italiani, +Europa Vercelli e Associazione Adelaide Aglietta sul “caso Pezzana” e sulla contestata delibera con la quale, lo scorso settembre, l'amministrazione del paese ha fatto proprie e ribadite le motivazioni con le quali, nel 1924, il Comune insignì Mussolini della cittadinanza onoraria. E, ben decisi a rimarcare il ruolo fondamentale dell'antifascismo nella costruzione dell'identità dell'Italia repubblicana, Igor Boni, Roswitha Flaibani e Giulio Manfredi hanno incontrato lunedì il viceprefetto vicario Cristina Lanini e la collega Anna Laurenza che ha la responsabilità degli enti locali.

«Proseguiamo sulla nostra linea - hanno detto al termine dell'incontro - non certo per motivi elettorali o per far parlare di noi, ma perché siamo convinti che le radici antifasciste della nostra Repubblica vadano rimarcate. E per questo ci stupisce il silenzio di partiti e sindacati. Solo l’Anpi è intervenuta. Il segretario del Pd Vercelli non ha nulla da dire su questa vicenda?». 

Sull'incontro istituzionale, Boni, Flaibani e Manfredi spiegano che «La Prefettura sta seguendo la questione e, su richiesta del Ministero, sta fornendo il materiale per la risposta all'interrogazione presentata al Governo dal parlamentare Riccardo Magi. La risposta arriverà entro poche settimane, ma intanto abbiamo sollevato una questione relativa ai profili di legittimità della delibera di Pezzana, un atto unico in tutta Italia».

 

fr

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore