/ Spettacoli

Spettacoli | 15 novembre 2021, 09:25

“Dante fra le fiamme e le stelle”: si torna a teatro con Matthias Martelli

Al Civico il primo appuntamento della Stagione degli Anacoleti

“Dante fra le fiamme e le stelle”: si torna a teatro con Matthias Martelli

Un ritorno al teatro dopo l’inferno, e quale modo migliore di cominciare una nuova stagione teatrale se non con uno spettacolo che dalle viscere della terra arriva fino alle luminose stelle della speranza? È tutto nel titolo: “Dante fra le fiamme e le stelle”, il primo spettacolo della stagione teatrale Empátheia 2021/2022 dell’Officina Anacoleti, porterà in scena le fiamme dell’inferno dantesco per poi condurci fino alle stelle, mosse insieme al sole dall’amore che corona il verso finale del Paradiso della Divina Commedia di Dante Alighieri, il padre della lingua italiana di cui si celebrano quest’anno i settecento anni dalla morte.

Ad accompagnarci in questo viaggio, sul palco del Teatro Civico di Vercelli, nella serata di venerdì 19 novembre, sarà il giovane e talentuoso attore Matthias Martelli, che il pubblico vercellese ha già avuto modo di amare e applaudire con due spettacoli presenti nelle scorse stagioni teatrali degli Anacoleti: “Il Mercante dei Monologhi” e “Mistero Buffo”.

Diretto per la prima volta dal regista Emiliano Bronzino, neo-direttore del Teatro Ragazzi Giovani, Martelli racconta il Dante uomo, attraverso le sue opere e le fonti storiche che ci sono arrivate e, con il suo personale percorso di teatro “giullaresco”, avvicina le nuove generazioni alla scoperta dell’opera e dell’uomo dante. Lo spettacolo ripercorre la vita di Dante, dall’infanzia all’esilio, dalla passione politica a quella amorosa, intrecciando gli eventi della sua esistenza con i versi della Vita Nova e della Divina Commedia, in una trama che mostra dietro la figura del poeta che ha inventato l’Italia, un uomo fragile e complesso, ricco di speranze e conflitti, profondamente diverso dalla figura che l’iconografa ci ha tramandato, capace di rendere eterne vicende personali e di sublimare la sua visione nei versi crudi e grotteschi dell’inferno arrivando fino ai vertici eccelsi del Paradiso.

Di grande importanza, il contributo del professor Alessandro Barbero, figura di rilievo della divulgazione storica, che ha messo a disposizione le sue ricerche, dando al lavoro drammaturgico le fondamenta storico-scientifiche necessarie.

Spettacolo inaugurale della VII edizione di Biennale Democrazia di Torino, “Dante fra le fiamme e le stelle” è un monologo scritto durante il lockdown dallo stesso Martelli, con l'accompagnamento musicale della violoncellista Lucia Sacerdoni, che interpreterà le musiche scritte dal compositore Matteo Castellan, già presente in scena anche in veste di attore accanto a Martelli nello spettacolo “Il Mercante di Monologhi”.

Considerato l’erede di Dario Fo, Matthias Martelli sa coinvolgere il pubblico di ogni età attraverso la sua intelligente ironia e la sua irresistibile vena giullaresca. Il suo è un teatro giovane, colto e innovativo, in grado di farsi amare con la sua sincerità e pura passione per il mondo dell’arte.

L'appuntamento è venerdì 19 novembre alle 21 al Teatro Civico.

Biglietti: intero 15 euro, ridotto 10; prevendita online (solo interi) vivaticket.com; biglietteria del teatro dalle 20 la sera dello spettacolo (possibilità di utilizzo "Carta Docente" e "18 app" solo in biglietteria).

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore