/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 10 novembre 2021, 13:10

"Letterature Urbane 6.0" con «Ascolini, un autore immenso»

Mostra internazionale fotografica (a favore dell'Airc) in Santa Chiara, dal 13 al 27 novembre

Da sinistra, Antonio Buonocore, Germana Fiorentino, Oscar Luparia

Da sinistra, Antonio Buonocore, Germana Fiorentino, Oscar Luparia

Colpaccio di «Letterature Urbane» al suo sesto anno di storia (più “pausa Covid”). Oltre la mostra - momento centrale dell'evento - a Santa Chiara dal 13 al 28 novembre quest'anno c'è un ospite che dire d'eccezione è poco. «Avremo a Vercelli un artista immenso: Vasco Ascolini» ha detto Antonio Buonocore, ideatore e regista del progetto.
Vasco Ascolini, dunque. Fotografo di fama internazionale, celebre per aver legato il suo nome al grande storico Le Goff. Infatti nel 2002-2003 la città di Mantova lo incaricò, nell'ambito del progetto “Il segreto della città”, di regalare le sue foto per una pubblicazione con testi di Ernst H. Gombrich, Pierre Sorlin e, appunto, Jacques Le Goffe.
«Quattro immagini fotografiche di quello storico evento, originali autografati, ci sono state donate. Andranno a chi farà donazioni per l'Airc (associazione italiana ricerca sul cancro). Ascolini riceverà in premio una scultura di Laura Mazzeri» ha spiegato Buonocore.

L'evento, è organizzato dall’associazione “Perché no?” in collaborazione con l’Airc.
E sabato 13 novembre, alla inaugurazione, sarà presente la coordinatrice regionale Piemonte-Val d’Aosta di Airc, Anna Bosio.
«Santa Chiara è un po’ decentrata ma l'evento di quest'anno è di rilevanza assoluta, direi mondiale vista la partecipazione di Ascolini» ha rimarcato Antonio Buonocore.

Germana Fiorentino, consigliera del Centro territoriale del volontariato (dove si è svolta la conferenza di presentazione) ha quindi rimarcato che che «Letterature urbane ha come suo obiettivo la solidarietà, e questa edizione inaugura la collaborazione con il progetto «Dedalo Vola» di Asl Vc e Comune, il tutto nel segno della prevenzione e della salute».

Spazio anche per la poesia. Si potranno inoltre ammirare le foto prodotte dal workshop tenuto nell’autunno 2020, in cui alcuni fotografi si sono impegnati nel tema “La fotografia in forma di haiku”, un progetto curato da Laura Manione e Oscar Luparia, poeta haiku, che ha spiegato il progetto “Le Serie”: «Nell'haiku è importante il qui e ora. Nessun tramonto insomma. Abbiamo chiesto ai partecipanti di lasciare da parte le loro sovrastrutture mentali, così da riuscire a cogliere l’attimo della la bellezza frugale delle piccole cose».
“Le Serie” è un progetto nell'ambito di Dedalo Vola.
«Ringrazio Comune di Vercelli, Fondazione Crv, il Centro per il volontariato, Museo Borgogna e Floricoltura Ciocchetti» ha concluso Buonocore.

 

Il programma di "Letterature Urbane 6.0" mostra internazionale di fotografia
(per i soli possessori di green pass, muniti di mascherine)


Sabato 13 novembre ore 17. Consegna del premio a Vasco Ascolini, con sottofondo musicale del gruppo Ozone (Baici, Michelone, Ghiani) e l’intervento di Laura Manione, collaboratrice del progetto.
Giovedì 18 novembre, ore 18. “Anni Sessanta e dintorni” con Bruno Casalino e Giuseppe Garavana (chitarra e voce).
Sabato 20 novembre, ore 18. “Parole e musiche” di Alda Mazzeri e Laura Mancini.
Domenica 21 novembre, ore 18. “Sonorizzazioni” con Andrea Passenger e Freddi
Sabato 27 novembre, ore 18. “Centri-fuga”, libere ispirazioni da Matel Visniec della scuola di formazione della Officina degli Anacoleti.
Domenica 28 novembre, ore 17,30. Finissage con sonorizzazioni di Denis Longhi,(Jazz:Re:Found e di Noego) e, in conclusione, “Il saccheggio”, ovvero la possibilità di acquistare le opere in cambio di un’offerta all’Airc.

 

 

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore