/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 22 ottobre 2021, 12:05

Galuppini inarrestabile e Kaio Jorge si sblocca

Il commento della decima gara del campionato si serie C girone A

Galuppini inarrestabile e Kaio Jorge si sblocca

Si è concluso il decimo turno del campionato si serie C girone A. All’interni di questa giornata, infrasettimanale, non sono mancate le emozioni: il Padova pareggia, vince in rimonta la Pro Vercelli, le corazzate Feralpi e Sudtirol non si fermano: andiamo, nel dettaglio, ad analizzare i tabellini della decima gara.

 

Il turno infrasettimanale

Ad aprire le danze della giornata è stato il pareggio per 2-2 tra Albioleffe e Juventus U23. Gli ospiti hanno, intorno alla mezz’ora, la possibilità di andare in vataggio: il talento brasiliano Kaio Jorge, in campo con l’Under 23 per via del recupero dall’infortunio, non è attento e sbaglia il rigore. Ecco che i bergamaschi, al minuto 49, con Manconi, sbloccano il match. I bianconeri non si danno per finiti ed acciuffano il pareggio proprio grazie all’asso brasiliano (minuto 47): prima rete italiana per Kaio Jorge. Sono ancora una volta i padroni di casa a passare in vantaggio: Giorgione, al minuto 65, trova il modo di superare Garofani. Non passano 120 secondi e Pecorini ristabilisce subito il pareggio. Al termine della gara i padroni di casa volano a quota 17 punti e trovano la sesta posizione. Bianconeri invece che, con 13 punti, si piazzano noni. Vince e convince la Fiorenzuola che affossa per 3-1 la Pergolettese: sono gli ospiti, con Zennaro, al minuto 28, a passare in vantaggio. Il gol del pareggio arriva al minuto 37 con la zampata vincente di Oneto. Nel finale della gara, precisamente al minuto 84, è ancora una volta Onesto a segnare ed a portare – per la prima volta – in vantaggio i suoi. Il tris lo cala, nei minuti finali, Godano. Il finale vede un 3 a 1 e terza partita stagionale vinta per i padroni di casa: 11 punti e dodicesima posizione. Restano ad 8 punti gli ospiti (diciannovesimo slot). Rocambolesco il 2-3 che è andato in scena tra Legnago Salus e Pro Patria: succede quasi tutto nel primo tempo. Stanzani, dopo nemmeno 180 secondi, porta in vantaggio la Pro Patria. Pareggia Burić al quinto minuto ed Antonelli, al minuto 14, porta in vantaggio il Legnago. Reagiscono gli ospiti che con Galli – al minuto 43 – acciuffano il pareggio. È però al minuto 85 che Più, ex giocatore dell’Empoli, trova la zampata vincente e consegna i tre punti agli ospiti. I padroni di casa, con 8 punti, trovano la diciottesima posizione. Ospiti che, con 12 punti, si collocano undicesimi.

 

Si arresta un pochino la marcia il Padova che, in trasferta, pareggia per 2-2 contro l’ultima in classifica Pro Sesto. Sono proprio i lombardi, al minuto 26 con Gattoni, a passare in vantaggio. La “Belva” Ceravolo pareggia i conti al minuto 37 e Terrani – ad inizio secondo tempo – porta in vantaggio il Padova. Al minuto 77 bomber Ceravolo non sfrutta il rigore e sbaglia dagli undici metri: ne approfittano i padroni di casa che – nei minuti di recupero – afferrano il pareggio con Ghezzi. Nonostante il piccolo passo falso i padroni di casa, con 23 punti, restano primi. Capitolo diverso per la Pro Sesto che – con 7 punti – resta ultima. Trova la prima vittoria stagionale la Virtus Verona che, in trasferta, si impone per 1-3 contro il Seregno: Pittarello, al minuto 24, porta in vantaggio i veneti. Pareggia l’esperto Cocco (minuto 54), ma Danti (dal dischetto al minuto 68) e Metlika (minuto 80) ribaltano la gara: i padron idi casa restano a 9 punti e trovano la sedicesima posizione. Gli ospiti, dopo i primi tre punti stagionali. Volano al tredicesimo slot a pari punti con il Seregno. Vince anche la corazzata Südtirol che si impone per 2-0 contro la meno attrezzata Piacenza. È Rover, al minuto 7, a portare in vantaggio i suoi. Broh, al minuto 49, raddoppia e chiude definitivamente la gara: 21 punti e secondo posto per i padroni di casa, diciassettesimo posto ed 8 punti per il Piacenza.

 

Vince anche in trasferta la Feralpisalò che si impone per 1-2 contro il Trento. A Guerra bastano 4’ per sbloccare la gara ed a portare in vantaggio i suoi. Non si arrende il Trento che – al minuto 20 – afferra il risultato grazie al prezioso gol di Belcastro. È però l’ex Pro Vercelli Davide Luppi, al minuto 84, a regalare la sesta vittoria alla Feralpi. Il Trento, con 12 punti, si colloca decimo. Gli ospiti, con 20 punti, conquistano il terzo posto in classifica. Vince in casa per 2-1 la Triestina contro il Mantova: Gomez sblocca il match dopo 7’ e Galazzi, al minuto 53, raddoppia. Nel finale di gara – in pieno recupero – Bertini accorcia le distanze ma è del tutto inutile: volano ottavi, con 15 punti, i padroni di casa. Mantova che, restando con 9 punti, si colloca quattordicesimo.

 

Vince in rimonta la Pro Vercelli, in casa, contro la Giana Erminio per 2-1: a passare in vantaggio sono gli ospiti che – alla prima occasione – sono freddi e superano Tintori, al minuto 35, grazie a Ferrari. Reagiscono subito le bianche casacche che – cinque minuti dopo – afferrano il pareggio grazie all’autogol di Giulio Magri. È poi – il solito – Comi, dal dischetto ad inizio ripresa, a portare tre preziosi punti ai suoi: la Pro, co n18 punti, vola quinta. Ospiti che, con 9 punti, si collocano momentaneamente quindicesimi. Prosegue il momento d’oro del Renate che, in trasferta, spazza via per 2-3 il Lecco. Sono i padron idi casa, con Ganz, a trovare il vantaggio al minuto 41. Il solito Galuppini (settimana magica la sua) pareggia dopo nemmeno 120 secondi. Al minuto 76 è nuovamente il Lecco – con Masini – a passare in vantaggio. Galuppini, in evidente stato di fiducia, pareggia al minuto 81 e realizza la tripletta (ed annesso gol dei tre punti) al minuto 86. Restano a quota 16 i padroni di casa che si collocano settimi. Volano gli ospiti che raggiungono, con merito, il quarto posto raccogliendo un bottino totale di 20 punti.

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore