/ Spettacoli

Spettacoli | 21 ottobre 2021, 11:00

Viotti Festival: al Civico i grandi nomi della musica internazionale

La Camerata Ducale presenta la nuova stagione. Canziani: «Finalmente ci riprendiamo la gioia di partecipare a un concerto»

Viotti Festival: al Civico i grandi nomi della musica internazionale

Entusiasmo e voglia di ripartire «perché è il silenzio che fa capire l'importanza della musica», come sottolinea l'assessore Gianna Baucero parafrasando i versi di Emily Dickinson. La Camerata Ducale presenta il programma del 24° Viotti Festival auspicando un “ritorno al presente” - slogan scelto per la stagione –: 14 concerti più il tradizionale appuntamento di Capodanno che torna finalmente al Teatro Civico dopo l'anno di pausa causata dal virus.

In programma ci sono concerti sinfonici e ospiti di grande richiamo del panorama nazionale e internazionale. «Artisti che troviamo nei teatri più importanti del mondo», come rileva Cristina Canziani presentando i concerti con Guido Rimonda e con la giovane Giulia Rimonda per il segmento collegato ai quattro concerti della Camerata Ducale Junior. L'orchestra nata per promuovere i giovani artisti avrà come sede dei concerti il Salone Dugentesco che tornerà nel 2022 a essere aperto al pubblico dopo gli impegnativi interventi di restauro in corso.

Sul palco, tra gli altri, saliranno artisti di fama mondiale come i pianisti Ramin Bahrami, Gloria Campaner, Frank Dupree, David Kadouch, Benedetto Lupo, Massimo Spada e l’astro nascente Alexandra Dovgan, di soli 14 anni. Oppure il Quartetto Adorno (violini, viola e violoncello), i violoncellisti Enrico Bronzi, Giovanni Gnocchi ed Edgar Moreau, il violista Timothy Ridout, il violinista Andrea Obiso, l’arpista Valerio Lisci e il percussionista Simone Rubino. Il primo appuntamento è in agenda per sabato 27 novembre, mentre l’ultimo spettacolo è previsto per sabato 21 maggio 2022.

«Finalmente le luci nei teatri si potranno riaccendere e tutti potremo riprenderci quanto ci è stato tolto: musica dal vivo, gioia, condivisione, entusiasmo nell’ascoltare i concerti – spiega Canziani -. Abbiamo confezionato un cartellone mai così ricco; un mosaico composto da tanti piccoli segmenti, con artisti che, a dispetto della giovane età, sono già stelle di prima grandezza nel panorama internazionale. Quest’anno, il programma sarà estremamente vario e spazierà dalla musica barocca a quella contemporanea, senza tralasciare autori come Mozart, Beethoven, Prokofiev, Vivaldi e altri ancora. Verrà dato ampio spazio anche alla musica da camera e, tra le novità assolute, proponiamo un concerto per arpa sola e un recital pieno di ritmo, dedicato alle percussioni. Infine ci sarà spazio anche per una pièce teatrale dedicata alla figura di Niccolò Paganini, con uno spettacolo interpretato da Guido Rimonda, affiancato dall’attore, autore e regista Giovanni Mongiano».

Il programma può essere consultato in maniera dettagliata sul sito web www.viottifestival.it mentre, per quanto riguarda i biglietti, ci si potrà rivolgere al Viotti Club di via Galileo Ferraris.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore