/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 17 ottobre 2021, 14:00

Scienza: «A Renate, giocheremo con orgoglio»

«Se vogliamo diventare forti l'autostima non deve mancare.»

Mister Giuseppe Scienza

Mister Giuseppe Scienza

Primi 18 minuti contro la FeralpiSalò. In campo si vede una Pro Vercelli ben schierata, la catena di destra, soprattutto grazie alla giornata di grazia di Clemente, funziona, e bene; la difesa tiene; mancano le occasioni da gol, pazienza, arriveranno, si pensa dalla tribuna. Poi arriva il gol degli ospiti, e da quel momento la Pro Vercelli non riesce più a dominare, a incidere. Una questione mentale, quindi?

«Sono d'accordo, abbiamo preso un gol che è stato come un pugno allo stomaco violento, da quel momento abbiamo avuto un possesso palla sterile, sembravamo addirittura più deboli nella corsa, nei contrasti» commenta il tecnico dei Bianchi, Giuseppe Scienza.

«L'autostima conta tantissimo nel calcio – dice ancora – e noi domani sera contro il Renate dobbiamo giocare con orgoglio, anzi con l'orgoglio ferito di chi è stato penalizzato oltre ai suoi demeriti.»

Domani, quindi, trasferta delicatissima sul campo del Renate.

«Una squadra ottimamente allenata (il tecnico è un mio carissimo amico) con giovani di valore, una squadra che sta dando continuità a quanto fatto negli anni passati. Sarà una partita difficile, con insidie. Ma sarà sempre così.»

Oltre ad Awua e a Macchioni e a Secondo, chi mancherà?

«Gatto non è al cento per cento ma è recuperato. Rientrerà Belardinelli.»

Su Awua e sulle due giornate di squalifica.

«Le trovo di una cattiveria eccessiva, ingiusta. Nel referto c'è scritto che Awua ha fatto un'entrata con la volontà di fare male... ma scherziamo?»

Un bilancio di queste prime otto giornate in una frase.

«Dopo le prime quattro vittorie consecutive è mancata la cattiveria vincente. La cattiveria di chi dice: voglio continuare così.»

E domani?

«Se vogliamo diventare forti l'autostima non deve mancare.»

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore