Politica - 16 ottobre 2021, 17:28

Tiramani: «La lealtà verso Corsaro non è in discussione: ma su sicurezza e decoro serve un cambio di passo»

Intervista al segretario provinciale della Lega interviene sui temi politici del momento: «Pozzolo? Pensi di più alle sue deleghe e meno alla campagna acquisti...»

Tiramani: «La lealtà verso Corsaro non è in discussione: ma su sicurezza e decoro serve un cambio di passo»

Si chiude una settimana tesa, a livello politico: l'ordine del giorno sulla sicurezza e due interrogazioni presentate dalla Lega hanno creato qualche sussulto in Consiglio comunale, dove i rumors di un imminente rimpasto di Giunta si stanno facendo pressanti.

Onorevole Tiramani, la sua firma sotto l'ordine del giorno sulla sicurezza, presentato in settimana dal gruppo della Lega in Consiglio comunale, è un segnale politico che qualcosa si sta incrinando nell'appoggio, fin qui granitico, dato dal suo partito e da lei personalmente, all'amministrazione Corsaro?

La Lega è stato il primo partito ad appoggiare pubblicamente la candidatura di Corsaro e a sostenerlo lealmente in questi due anni e mezzo. Le nostre non sono rivendicazioni personali, semplicemente riteniamo che in una città capoluogo di provincia la questione della sicurezza debba essere gestita in maniera organica da un dirigente. Siamo però pronti a metterci in campo per evitare quelle segnalazioni che, nelle ultime settimane, hanno riempito le pagine dei giornali. Tante volte abbiamo chiesto ad Andrea Corsaro attenzione e ci è sempre stata data. Riteniamo però che un cambiamento organizzativo ci debba essere.

Decoro urbano, green pass e cimiteri sono stati al centro di tre atti depositati dalla Lega nel giro di poche ore. Tutti toccano da vicino l'assessore Emanuele Pozzolo, coordinatore di Fratelli d'Italia: è un segnale d'irritazione della Lega per la “campagna acquisti” che ha portato FdI a diventare il secondo gruppo in Consiglio?

Anche in una recente intervista Emanuele Pozzolo ha circoscritto queste segnalazioni definendole "dispettini". Io credo che l'amministrazione Corsaro abbia fatto tantissimo in termini di opere pubbliche riuscendo a risolvere problemi che l'amministrazione precedente non era riuscita ad affrontare in cinque anni. Penso alle piscine o all'intervento sul PalaPiacco. Quindi mi spiace che un'amministrazione che sta operando così bene possa essere criticata per compiti che non devono essere delegati al sindaco. Il sindaco deve pensare alla programmazione e al futuro della città e Corsaro è la persona che meglio interpreta quest'incarico; però le elezioni si vincono e il gradimento di un'amministrazione viene tenuto alto se anche le piccole cose funzionano. E per questo, spesso, nei Comuni amministrati dalla Lega c'è un assessorato alle "piccole cose". A Vercelli sulla pulizia e il decoro della città si può fare molto di più. Non critichiamo l'assessore Pozzolo ma forse, invece di fare interviste, impegnarsi nella campagna acquisti o fare altre intemerate verso consiglieri comunali di altre forze politiche, compresa la nostra, sarebbe meglio che lavorasse sodo anche lui. 

Il Pd vercellese dice che sul tema della sicurezza e del decoro urbano la Lega ha fallito e che i vostri interventi sono la testimonianza di una frattura interna al centro destra collegata ai risultati elettorali: cosa risponde?

La Lega è il primo partito di questa maggioranza e si mette a disposizione della maggioranza stessa offrendosi di affrontare in prima persona questioni che, ad oggi, sembrano irrisolte. Non c'è alcuna frattura, c'è la volontà di fare molto meglio sotto certi aspetti per non dare al sindaco preoccupazioni su temi magari apparentemente piccoli, ma che possono incidere anche altamente sul gradimento personale del primo cittadino. Il mantra della Lega è che «sicurezza, decoro e pulizia devono essere ai massimi livelli»: costa poco dal punto di vista economico, impatta nulla sui bilanci ma ci vuole tempo e organizzazione. Noi lealmente offriamo il nostro tempo e le nostre competenze alla coalizione e siccome al momento questa disponibilità e queste competenze non sono state prese in considerazione abbiamo presentato un ordine del giorno per spiegare come la pensiamo su alcune situazioni.

E' il momento di “fare un tagliando alla giunta” rivedendo qualche delega o mettendo in campo forze nuove?

E' chiaro che su sicurezza e decoro urbano si può fare di più e meglio. Siamo a disposizione per aiutare Pozzolo se si vuol fare aiutare perché è nel nostro interesse il miglioramento del benessere dei cittadini e siamo qui a fare questo con le persone che abbiamo all'interno del nostro gruppo consigliare e in giunta. Noi siamo pronti a dargli una mano... Se serve possiamo anche ricordargli le varie scadenze dei tamponi, visto che si ostina a mandare messaggi no vax poco rassicuranti alla popolazione. Battute a parte: nomi e deleghe possono venire dopo. L'importante è che la Lega non venga considerata a tratti come un corpo estraneo, ma che sia sempre e comunque coinvolta nell'amministrazione.

In caso di rimpasto la Lega chiederà le deleghe su sicurezza e decoro urbano?

La Lega si mette a completa disposizione del sindaco Corsaro. Abbiamo piena fiducia in lui; riteniamo che queste due tematiche siano le più pruriginose e se vorrà il nostro concreto aiuto rispondiamo: presente. E se pensa che invece le cose possano andare bene così da un punto di vista organizzativo, ci dica come poterlo aiutare per dare un cambio di passo su due temi così delicati.

fr

Ti potrebbero interessare anche:

SU