/ Attualità

Attualità | 15 ottobre 2021, 12:25

Parcheggi rosa per future mamme e famiglie con bimbi piccoli

Il Comune avvia la procedura per istituire stalli riservati: ecco dove saranno

Parcheggi rosa per future mamme e famiglie con bimbi piccoli

Arrivano i "parcheggi rosa" per dare una mano a future mamme e a genitori di bimbi piccoli.

L'amministrazione comunale ha deciso di riservare alcuni stalli di sosta alle donne in gravidanza e ai famiglie con un bambino di età non superiore a due anni. Questi spazi, finora, non erano previsti dal Codice della Strada ed erano stati creati, per lo più come forma di attenzione verso i clienti, in alcuni parcheggi dei supermercati (e in passato anche nell'area della caserma Garrone): si trattava di stalli di cortesia, che ora invece, con il decreto n. 121/2021sono stati appositamente previsti dal legislatore.

Gli spazi verranno creati in corso Abbiate, al fondo della rampa d'accesso all'Ospedale, in adiacenza al viale alberato, sul lato opposto agli spazi già riservati ai veicoli a uso delle persone invalide (2 stalli); in viale dell’Aeronautica, nei presso dell'ingresso della Clinica Santa Rita (1 stallo); in corso De Rege 3 (1 stallo); in piazza Municipio, nei pressi dell'ingresso al Palazzo comunale (1 stallo); in piazza Zumaglini 23 (1 stallo); in via Gioberti angolo via Duomo (1 stallo); in piazza Alciati 1 (1 stallo); in via Stara 3, nei pressi dell'ingresso del nido d’infanzia “Aquilone” (1 stallo); in via Donizetti 3, nei pressi dell'ingresso al nido “Peter Pan” (1 stallo); e in via Baracca 72, nei pressi dell'ingresso al nido “Girasole” (1 stallo).

Per usufruire dei posti riservati, occorre essere muniti del “permesso rosa”, recentemente inserito dal legislatore nel Codice della Strada. Per ottenere il permesso, i Comune che hanno già introdotto questa novità hanno predisposto moduli appositi, reperibili sul sito istituzionale, i consultori o i servizi delle Asl, che provvedono alle vaccinazioni. Dopo avere compilato il modulo attraverso l'inserimento dei propri dati, in genere lo si può presentare presso l'Urp del Comune o il Comando della Polizia Municipale. Nella maggior parte dei casi alla domanda devono essere allegati determinati documenti dai quali devono emergere i presupposti necessari per ottenere il permesso rosa: una copia del certificato che indica la data presunta del parto; una copia del certificato di nascita del bambino (che può essere sostituito da una autocertificazione fino a quando il bambino non abbia compiuto il primo anno di età); una copia della patente di guida del richiedente; una copia del libretto dell'automobile.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore