/ Politica

Politica | 13 ottobre 2021, 19:52

Pozzolo: «Tamponi gratis per i lavoratori. Lo dice anche Salvini...»

L'assessore replica all'interrogazione del leghista Stecco: «Noi di FdI avversiamo il discutibile green pass ma rispettiamo la legge fino in fondo. Con l'amico Stecco siamo pronti a chiedere al Governo un intervento a sostegno dei lavoratori»

Pozzolo con l'assessore Chiorinp e il capogruppo Pasquino

Pozzolo con l'assessore Chiorinp e il capogruppo Pasquino

Riceviamo e pubblichiamo.

Voglio rassicurare il consigliere Alesandro Stecco in relazione alla premura con la quale si è attivato per interrogare il sindaco Andrea Corsaro in merito all’applicazione del più che discutibile green-pass.
Come Fratelli d’Italia avversiamo radicalmente l’obbligo del lasciapassare verde previsto dal governo nazionale - supportato anche dal partito di appartenenza del consigliere Stecco -, senza che questo ci esima dal rispetto della legge.
É vero infatti che durante le visite istituzionali delle scorse settimane, presso alcune scuole vercellesi, sia il sottoscritto che l’assessore regionale Elena Chiorino, così come chiunque, abbiamo esibito all’ingresso un regolare green-pass così come previsto dalla normativa vigente.
L’acuta solerzia e la profonda competenza che notoriamente contraddistinguono l’impegno politico del consigliere Stecco ci rassicurano sul fatto che egli - oltre a interrogare il sindaco di Vercelli in merito alle modalità di applicazione di una normativa nazionale (quale discrezionalità d’altronde potrebbe avere un Comune in merito all’applicazione di una norma nazionale rimane peraltro un mistero), si attiverà certamente presso i rappresentanti parlamentari della Lega per ovviare alle numerose lacune e illogicità del testo legislativo posto a fondamento del cosiddetto green-pass.
Esattamente come afferma Matteo Salvini, anche noi di Fratelli d’Italia, siamo d’accordo sul fatto che i tamponi antigenici rapidi Covid-19 debbano essere gratuiti per i lavoratori: siamo quindi certi che, su questo punto, ci troviamo in perfetta sintonia con l’amico Stecco.
Siamo, peraltro, fin da ora disponibili a sottoscrivere una richiesta congiunta da indirizzare al governo nazionale per reperire i fondi necessari per far sì che l’obbligo di esibizione del green-pass non si tramuti in un ulteriore balzello a carico di quei milioni di lavoratori italiani che non possono o non desiderano vaccinarsi, ma che ovviamente intendono rispettare la legge.

Emanuele Pozzolo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore