/ Sport

Sport | 11 ottobre 2021, 10:57

Verona è immenso ma non basta: cadono i ragazzi di Punset

Altro risultato bugiardo, Verona e L'Hockey Vercelli tengono testa alla corazzata Trissino

Foto Ilaria Pozzato

Foto Ilaria Pozzato

Si è chiusa con una sconfitta di misura per 2-1 la gara tra G.S. Hockey Trissino e Hockey Vercelli. I padroni di casa, forti del pronostico e della qualità della rosa, hanno mantenuto fede ai pronostici della viglia dell’incontro. Allo stesso tempo gli ospiti hanno retto bene lo scontro: nonostante i pronostici fossero contro, i ragazzi di Coach Punset hanno retto bene. L’estremo difensore Mattia Verona si è superato nel corso dei due tempi ed in più occasioni ha tenuto a galla la formazione vercellese. Nel orso della gara si è visito sicuramente più qualità da arte dei padroni di casa ma gli ospiti hanno saputo tenere bene con ordine e conoscenza la pista di gara. Al termine della gara è difficile assegnare il premio di uomo partita: Cocco, autore di una pregevolissima doppietta, ha regalato la vittoria ai suoi, dall’altra parte Verona - estremo difensore dei vercellesi - ha compiuto innumerevoli ed autentici miracoli ed ha tenuto in carreggiata la formazione di Capitan Massimo Tataranni. Andiamo, con ordine, a rivivere tutte le emozioni della gara.

 

Primo Tempo

Sono stati gli ospiti a gestire il primo possesso della gara. La prima vera occasione dell’incontro arriva tramite una pregevole conclusione di Coccolo (autore di una splendida doppietta): è bravo però Zucchetti ad immolarsi per la squadra ed a deviare il primo pericolo. Nei primi minuti sono i padroni di casa a rendersi più pericolosi, la retroguardia vercellese è però attenta e chiude ogni spazio ed allontana ogni pericolo: il ritmo è intenso per entrambe le compagini ma sono i padroni di casa a mostrare la capacità di avere una marcia in più. Solo Verona, autore di una pregevole gara, riesce a posticipare il primo gol di Trissino. La prima doccia fredda arriva attorno al quarto minuto di gioco quanto Cocco, il migliore dei suoi, con un’esecuzione di pregevole fattura, riesce a superare Verona ed a sbloccare il match. Risponde subito Vercelli che con il capitano Tataranni prova a pareggiare i conti: è bravissimo il portiere avversario a deviare la pallina ed a mantenere la porta inviolata. Con il passare dei minuti crescono gli ospiti e Moyano prova a siglare la rete del pareggio: il numero 6, nonostante una serie di rimpalli vinti, non riesce a trovare il guizzo vincente ed a superare Zampoli. Vercelli, nonostante la minor qualità, cresce con il passare dei minuti ma non basta: gli ospiti sono più pericolosi e solo un colpo di testa del portiere Verona, dopo un tiro pericoloso da parte di Ipinazar, salva il risultato. Verona è in pieno stato di grazia e, pochi minuti dopo, compie un’autentico miracolo - in due tempi - sul talento Cocco e mantiene in vita gli ospiti. Coach Punset chiede un time break per riorganizzare le idee ma non basta: al rientro in campo è ancora Verona a dire di no e tenere il risultato sul momentaneo 1-0. Gli ospiti prendono fiducia ma, nonostante l’esponenziale crescita, il cinismo manca e la rete tarda ad arrivare. Arriva però il primo cartellino blu dell’incontro ai danni degli ospiti: rigore per i padroni di casa ed espulsione per 120 secondi hai danni del numero 96 Maniero. Anche questa volta Verona è attento e devia il tiro di un ispirato Cocco. Pochi secondi dopo, a cinque minuti dall’intervallo, Cocco riesce a vendicarsi e dopo uno splendido “alza e schiaccia” trova il jolly per superare Verona e porta i padroni di casa sul momentaneo 2-0. Nel finale è ancora il portiere dei vercellesi a superarsi ed ad abbassare la saracinesca: parata miracolosa e gara ancora in piedi.

 

Secondo Tempo

La seconda razione si apre con il possesso dei padroni di casa che, però, dopo 90 secondi arrivano a commettere il decimo fallo dell’incontro: tiro libero per Moyano che, contro ogni pronostico, ha la possibilità di riaprire la gara, Il numero 6 di Vercelli però non è efficace e si fa neutralizzare il tiro dal portiere avversario. Reagiscono i vercellesi che, nella prima frazione della ripresa, provano a produrre un grande gioco ma non trovando mai la via del gol. È Cosimo Mattugini a trovare il modo per superare l’estremo difensore avversario e riaprire la gara premiando il prezioso lavoro svolto da parte dei ragazzi di Punset. L’inizio della ripresa è ancora un volta tutto nelle mani dei padroni di casa: Trissino, come Vercelli, propone un’altissima intensità si gioco ma non riesce a trovare il guizzo per chiudere la gara. I padroni di casa spingono sempre di più ed, intorno al sesto minuto, hanno l’occasione giusta - con un tiro diretto - per chiudere il match: ancora una volta Verona chiude la saracinesca e tiene a galla i suoi. Nella ripresa sono i ragazzi di Punset a creare ma Cocco resta l’avversario più tignoso e che riesce, grazie alla sua immensa qualità, a mettere sistematicamente in difficoltà gli ospiti vercellesi. Ma Verona ha una marcia in più ed ancora una volta, in questa occasione sul Capitano avversario Garcia, usa alla perfezione i riflessi e nega quello he sembra un gol già fatto. Ancora una volta sono i padroni di casa ad avere l’occasione per chiudere la gara ma Vercelli ha grande spirito difensivo e conoscenza tattica ed - ancora grazie all’estremo difensore - restano in partita. L’opportunità vera per pareggiare i conti arriva con Zucchetti che, a poco meno di due minuti effettivi dalla sirena, sbaglia il calcio di rigore e la successiva respinta. Negli ultimi secondi di gara si verifica di tutto: Vercelli ci crede un pochino meno ma i padroni di casa non riescono a chiudere: Verona, ancora una volta, a pochi secondi dal termine, si immola e devia il tiro diretto di Davide Gavioli. Il finale si infervorisce quando il direttore di gara, tramite l’astuzia di Capitan Tataranni, decide di estrarre due volte il cartellino blu: Capitan Tataranni ed il talento Cocco. A 41 secondi dal termine finisco anzitempo la gara. Non sfruttano l’occasione gli ospiti che, nonostante il sacrificio del capitano, non riescono a trovare il guizzo vincete. Suono della sirena e 2-1 finale.

 

Formazioni

GSH Trissino: Zampoli, Malagoli, Faccin, Cocco, Garcia, Bars Catalá, Gavioli, Garcia Solar, Ipinazar, Zen. Coach: Alessandro Bertolucci

Hockey Vercelli: Verona, Sisti, Moyano, Mattutini, Tataranni, Perroni, Martinez, Zucchetti, Maniero, Pasciullo. Coach: Sergi Punset

 

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore