/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 11 ottobre 2021, 11:13

Brutto crollo delle Big e nessuno ne approfitta

Il commento dell’ottava giornata del campionato di Serie C girone A

Brutto crollo delle Big e nessuno ne approfitta

Si è conclusa l’ottava giornata del campionato di Serie C girone A. La notizia principale è la giornata infelice per quasi tutte le big: crolla il Padova, la Ferali affossa una sempre più mutilata Pro Vercelli, la Giana tiene testa alla corazzata Südtirol ed anche la mina vagante Albinoleffe esce con le ossa rotte dall’incontro contro il solido Renate. In aggiunta riposano i bianconeri della Juventus U23, che recupereranno la gara contro il Piacenza il 27 ottobre. Andiamo, come sempre, nel dettaglio, ad analizzare la giornata.

 

Nulla si conferma

Ad aprire le danze è stata la roboante sconfitta casalinga per 0-2 della Pro Vercelli di Mister Scienza contro l’attrezzata Feralpisalò. A sbloccare il match è Spagnoli al minuto 19 che, complice una serie di grossolani errori tra Masi e Tintori, riesce a trovare il guizzo vincente. La Pro prova a fare la gara ma la doccia fredda arriva al minuto 55 quando Luppi sigla il raddoppio. Piove sul bagnato a Vercelli tanto è vero che, nel finale, i padroni di casa perdono Awua e Bruzzaniti per espulsione. Grattacapo pesante per Scienza in vista della prossima gara contro il Renate. I Bianchi restano fermi a 14 punti e trovano la settima posizione. Capitolo diverso per gli ospiti che, seppur a pari punti con la Pro, si collocano sesti. Crolla inaspettatamente, per la prima volta, la corazzata Padova in trasferta a Lecco per 3-2. I padroni di casa si portano sul doppio vantaggio: Masini minuto 30 ha il merito di sbloccare il match e Mastroiani, otto minuti dopo, ha il merito di indirizzarlo. Reagiscono gli ospiti - probabilmente la rosa più attrezzata del girone - che accorciano al minuto 46 con Hraiech. La Belva Ceravolo sigla la quarta rete stagionale al minuto 47 e riporta i veneti in partita. È però Monaco, difensore centrale del Padova, a commettere un’ingenuità ed a lasciare gli ospiti in inferiorità numerica. Il Lecco ringrazia e Tordini, al minuto 67, chiude la gara mettendoci la firma. I lombardi volano al quinto posto con 15 punti, restano primi in vetta - in solitaria - i veneti con 19 punti. Perde anche l’Albinoleffe in casa che si inchina per 2-3 contro il Renate. A passare in vantaggio sono i padroni di casa con Tomaselli al minuto 35 ma, Baldassin, sette minuti dopo, riporta le squadre negli spogliatoi sul pareggio. Ad inizio ripresa Galuppini è sfortunato: autogol e nuovo vantaggio per l’Albinoleffe. Intorno al settantesimo, al minuto 68, Rossetti sigla il gol del 2-2; ma è Chakir all’ottantesimo a metterci la zampata vincente e siglare il gol vittoria a favore del Renate. Dopo la sconfitta l’Albonoleffe resta a 16 punti e trova il quarto posto, il Renate - nonostante i 16 punti uguali - scavalcano gli avversari e si collocano terzi.

 

Vince e convince il Legnago Salus che affossa per 3-1 la Pergolettese. Dopo nemmeno 3’ di gioco sono i padroni di casa con Burić a sbloccare il match. Reagiscono gli ospiti che, nel recupero del primo tempo, con Morello, riportano la gara sul pari. Ad inizio secondo tempo è ancora il solito Burić (al minuto 56) a riportare nuovamente i suoi in vantaggio. Nel finale, al minuto 93, Lazarević realizza la terza rete e chiude il match. Dopo la seconda vittoria stagionale i padroni di casa volano ad otto punti e si posizionano quattordicesimi, capitolo diverso per gli ospiti che - con solo cinque punti raccolti - restano penultimi in classifica. Finisce in pareggio per 1-1 la gara tra Pro Sesto e Pro Patria: Riccardo Capogna al minuto 71 porta in vantaggio i padroni di casa ma, Saporetti, in pieno extra-time, acciuffa un prezioso pareggio. Nonostante il pareggio, la Pro Sesto - con tre punti - resta ultima in classifica. La Pro Patria , con otto punti, trova la quindicesima posizione. Altro pareggio per 1-1 si è registrato nella gara tra Seregno e Mantova: a passare in vantaggio, al terzo minuto, sono stati gli ospiti con Paudice. Valeau, al minuto 43, ha trovato il colpo per regalare il gol del pari ai suoi. Il Seregno, dopo il punto prezioso, entra nella zona Playoff: decima posizione e 9 punti totali, il Mantova - con otto punti - trova la dodicesima pozione.

 

Non riesce a sfondare in casa il Südtirol che nel match contro la Giana Erminio si ferma sullo 0-0. I padroni di casa non trovano il guizzo e la zampata vincente - complice anche una grande gara dell’estremo difensore ospite - e non sfruttano il passo falso del Padova. Il Südtirol, nonostante il passo falso, resta secondo con 17 punti. La Giana arriva ad otto punti e si colloca momentaneamente al sedicesimo slot disponibile. Vince il Trento in casa per 1-0 contro la Fiorenzuola: a decidere il match è Federico Simonti al minuto 63. I padroni di casa, dopo la terza vittoria stagionale, volano a 12 punti e centrano l’ottava posizione. Capitolo diverso per gli ospiti che, con otto punti, trovano il diciassettesimo slot. A chiudere la giornata la gara a reti bianche tra Virtus Verona e Triestina. I padroni di casa con cinque punti, dopo cinque pareggi, trovano la diciottesima posizione e ricercano l’agognata vittoria. La Triestina, con un bottino totale di 9 punti, si colloca momentaneamente undicesima.

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore