/ Politica

Politica | 11 ottobre 2021, 20:00

«Una piccola discarica a pochi metri dalle case: al Concordia servono interventi risolutivi»

I consiglieri di Voltiamo Pagina chiedono maggiori controlli nel rione e video sorveglianza per scoraggiare gli abbandoni

«Una piccola discarica a pochi metri dalle case: al Concordia servono interventi risolutivi»

C'è una situazione di perdurante abbandono di rifiuti in via Martiri del Kivù dove, di fatto, si è creata una piccola discarica a cielo aperto a pochi passi dalle abitazioni circostanti. E i consiglieri di di Voltiamo Pagina Roberto Scheda, Paolo Campominosi e Andrea Conte tornano a chiedere al Comune di posizionare una telecamera fissa nella zona che possa servire da deterrente ai malintenzionati.

«Il malcostume di abbandonare i rifiuti - sottolineano in una nota i consiglieri - affligge molte zone cittadine, ma risulta particolarmente evidente e insostenibile in alcuni quartieri, tra cui il Rione Concordia. Fin dall’inizio dell’aprile scorso, quale gruppo consiliare di minoranza, abbiamo recepito le molteplici richieste di intervento formulate dagli abitanti del Rione, facendoci portatori delle loro legittime istanze. Nel rispetto del ruolo e delle prerogative dell’Amministrazione locale, nonché del dialogo che con la stessa abbiamo sempre avviato in ottica di piena e trasparente collaborazione, in concomitanza con l’esposto di un gruppo di residenti, nei mesi scorsi avevamo formulato un’interrogazione in merito a tale rilevante problematica. La risposta di sindaco e giunta non era però risolutiva, in quanto non teneva conto delle reali cause delle criticità da noi allegate: per questo motivo abbiamo deciso di presentare una mozione, approvata il 26 luglio scorso all’unanimità dal Consiglio Comunale. In tale ultimo atto si indicava la necessità di procedere all’installazione di una telecamera fissa all’altezza dell’incrocio tra via Monfalcone e via Martiri del Kivu, nonché di postazioni mobili nei pressi delle isole ecologiche adiacenti, al fine di prevenire (o quantomeno limitare) l’abbandono di rifiuti, e al tempo stesso di vigilare sull’ordine pubblico».

I consiglieri rilevano che, dopo oltre due mesi, la situazione non è cambiata: «Proviamo amarezza e sconforto nell’apprendere che tali avvenimenti continuino a verificarsi in maniera costante - scrivono -.. Seppur consapevoli dell’iter burocratico proprio della pubblica amministrazione, anche nella sua articolazione locale, riteniamo imprescindibile un intervento urgente volto a sanare condizioni di degrado che portano assoluto nocumento ad un ampio numero di cittadini vercellesi, con tutti i riflessi del caso in merito al decoro e all’immagine della città. Attendiamo dunque un concreto e fattivo impegno dell’Amministrazione cittadina nella risoluzione delle criticità del Rione Concordia che abbiamo evidenziato».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore