/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 03 ottobre 2021, 17:13

Masi: «Due occasioni e due gol, c'è da migliorare»

Scienza: «Solo una prodezza o un errore avrebbero potuto sbloccare questa gara»

Masi: «Due occasioni e due gol, c'è da migliorare»

«Partita dura ma siamo stati sempre in gara: abbiamo preso due gol evitabili, non ricordo altre palle concesse. Sicuramente non è bastato e dobbiamo fare di più, da domani lavoriamo per cercare di pensare alla prossima gara» dice a margine della gara contro il Südtirol Capitan Masi.

 

Il centrale risponde poi alla domanda inerente la fisicità e le ripartenze degli avversari, sono il loro forte?: «Lo sapevamo: sono strutturati, fisici, hanno una grande allenatore e giocano insieme da molto. Noi eravamo pronti, abbiamo fatto una buona gara ma forse abbiamo creato un pochino meno rispetto alle altre partite. Oggi abbiamo concesso due occasioni ed abbiamo preso due gol, c’è da migliorare: siamo arrabbiati ma consapevoli che da domani penseremo per tornare alla vittoria il prima possibile».

 

In chiusura un commento verso le assenze: «Chi ha giocato ha fatto bene, non bisogna pensare ad altro. Abbiamo avuto molti giocatori forti fuori, ma chi ha giocato oggi ha fatto benissimo ed abbiamo una rosa lunga. Lo spirito di gruppo non deve mai mancare, bisogna limare solo qualche dettaglio. Bisogna ripartire, potevamo fare meglio in questa settimana ma il calcio è questo: testa alta e lavorare».

 

Mister, sfida difficile? Come commenta?: «Primo tempo fatto bene, abbiamo variato bene il gioco ma abbiamo sbagliato qualcosa sugli esterni. Era una partita da 0-0, solo una prodezza o un errore poteva sboccarla ed abbiamo preso gol da una nostra occasione. Potevamo fare fallo o altre cose, è un gol evitabile: oggi è una sconfitta, bisogna essere tristi ma lascia una un qualcosa di positivo». Prosegue poi Mister Scienza «Loro sono tra i più solidi dei tre gironi e non ho visto questa distanza tra di noi, non eravamo in condizioni ideali: ma non sono alibi. Abbiamo concesso poco ma l’episodio contro queste squadre è tremendo perché di castigano e diventa poi difficile. Abbiamo dato una scossa, con un assetto sbilanciato, ma non siamo riusciti: meriti del Südtirol».

 

La fisicità e le ripartenze sono le loro armi? E le assenze quanto pesano?: «Pesano tanto. Loro si affidavano al loro attaccante, noi abbiamo giocato e lavorato bene: non abbiamo grandi occasioni ma fino al gol non si sono mai visti nella nostra area. Ci è mancato un po' più di qualche rottura di equilibrio con qualche 1 contro 1. Abbiamo fatto qualche errore che ha influito sulle occasioni. Eravamo sulle gambe e loro sono fortissimi, ci sarebbe voluto un episodio. Il risultato è giusto ed hanno sfruttato bene i contropiedi».

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore