/ Cronaca

Cronaca | 30 settembre 2021, 14:00

Anziana derubata da due falsi poliziotti: torna l'allarme truffe

Vercelli, la Polizia indaga alla ricerca dei responsabili. In zona Santhià automobilista sfugge al "raggiro dello specchietto"

Anziana derubata da due falsi poliziotti: torna l'allarme truffe

Nel primo pomeriggio di mercoledì la Squadra Volante della Questura di Vercelli è intervenuta in un’abitazione di Cristoforo Colombo, dove si era consumata una truffa ai danni di un’anziana signora. La donna riferiva che pochi minuti prima era stata avvicinata da due uomini a lei sconosciuti, i quali si erano identificati come appartenenti alla Polizia di Stato. I due, con il pretesto di svolgere un servizio specifico relativo ad alcuni furti perpetrati proprio in quella zona, sono riusciti a convincere la signora a farli entrare nella propria abitazione e, distraendola con argomentazioni di vario genere, hanno asportato dall’appartamento una borsa contenente un anello e un braccialetto in oro e altri monili, e circa 150 euro in contanti. Le indagini sono in corso per rintracciare i responsabili dell'episodio.

La Questura di Vercelli raccomanda a tutti i cittadini, in particolare agli anziani, di diffidare da chi, fingendosi appartenente alla Polizia di Stato, cerca di accedere all’interno della propria abitazione, specie se non in divisa. «Se si ha il sospetto che si tratti di malintenzionati, si invita a chiamare il numero unico di emergenza 112 prima di far accedere persone in casa», specifica una nota della Questura.

E l'allarme truffe torna di attualità anche per un'altra modalità che già purtroppo si è registrata sul territorio: quella della cosiddetta "truffa dello specchietto". A spiegare l'accaduto è il figlio della vittima designata, con un post nel quale mette in allarme gli automobilisti: «Tra Cavaglià e Santhià mia mamma è finita nel mirino di chi, con il trucco dello specchietto, ha cercato di truffarla. Lei è stata bravissima ed è riuscita a mettere in fuga i malintenzionati, ma è importante fare attenzione».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore