/ Sport

Sport | 21 settembre 2021, 09:05

Motocross: due vercellesi conquistano il titolo italiano di categoria - FOTO

Luca Arimatea, 41 anni, è campione Expert Mx1; il giovanissimo Pablo D'Aniello trionfa nella classe 125 senior

Luca Arimatea sul podio con il piccolo Nicolò

Luca Arimatea sul podio con il piccolo Nicolò

Due vercellesi, a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro, diventano campioni italiani di motocross per le rispettive categorie.

Luca Arimatea, 41 anni, si è laureato campione Italiano Expert Mx1, dopo aver brillantemente superato la fase di selezione e poi le finali che si sono svolte sui circuiti di Chieve (Cremona) e Esanatoglia (Macerata). «Una gara perfetta – commenta con soddisfazione il neo campione -: la prima con la vittoria in entrambe le manche mi ha permesso di andare all’ultima gara con buon margine di punti e la tranquillità di velocità».

Una grande soddisfazione per Arimatea che pratica questo sport da sempre: «Anche se con una pausa di una decina d’anni – dice di sé - faccio motocross da quando mio nonno, mancato proprio quest’anno, mi ha regalato la prima moto a 6 anni. Già da piccolo avevo ottenuto buoni risultati a livello italiano e in campo europeo fino a che un infortunio, all’età di 20 anni, mi ha costretto a smettere».

La passione, però non se ne è mai andata e, una decina di anni fa, Arimatea è risalito in sella con la medesima determinazione a far bene: «Vincere un titolo italiano a 41 anni è una premio alla mia piccola carriera – commenta - ma soprattutto un premio che merita la mia famiglia che continua a seguirmi aiutandomi ogni giorno, con papà dedicato alla manutenzione delle moto e mamma dedicata all’organizzazione delle trasferte e all’organizzazione delle gare. Avevo questo obiettivo in mente da quando è nato mio figlio Nicolò: con lui mi sono allenato molto e, anche se piccolino, spero di avergli trasmesso il concetto che i risultati si raggiungono solo con l’allenamento e l’impegno costante. È stata una buona annata sportiva, un annata fortunata a compensare un primo semestre di vita con notevoli momenti negativi, la stagione non è ancora conclusa mancano due gare e mi sto giocando il campionato regionale over 40 anni, incrociamo le dita e speriamo di portare a casa un altro buon risultato».

Neanche il tempo di festeggiare e arriva un altro titolo nazionale: a conquistarlo il giovanissimo Pablo D’Aniello, vercellese del 2002, che ha trionfato al campionato italiano motocross classe 125 senior su Yamaha, categoria in cui possono correre tutti i piloti dai 18 anni in poi tutti su cilindrata 125cc.

«È dall’età di 4 anni che faccio motocross – racconta - collezionando negli ultimi anni parecchie soddisfazioni ma questa è la più grande. Il campionato è iniziato dalla pista di Malpensa lo scorso marzo quasi per gioco, non essendo il campionato su cui all’inizio dell’anno puntavo maggiormente».

Per D'Aniello, infatti, le gare predilette sono quelle del campionato italiano MX1 correndo con le 450cc: «Qui ho conquistato il secondo posto di giornata con una vittoria di manche», racconta. Nella classe 125, invece, la stagione è avvincente, tra alti e bassi: «Nella seconda gara a Castiglione del Lago ottengo un primo posto assoluto portando a casa la tabella rossa che identifica il leader di campionato – racconta -. Dopo di che due gare difficoltose a Faenza e Odolo dove ottengo solo un 8º ed un 6º posto arrivando così all’ultima gara di campionato in seconda posizione, con un terzo posto di giornata conquisto il titolo (il diretto avversario ha concluso in 12ª posizione nella giornata di oggi). Così con tre podi e una vittoria assoluta divento il nuovo campione italiano 125 senior, primo su 112 partecipanti di età diverse, io sono un dei più giovani in mezzo a piloti di età maggiore di me e con esperienza nel nostro sport senza dubbio più ampia. Per questo traguardo devo dire grazie a Christian che mi ha messo a disposizione una moto performante, al meccanico Beppe e mio padre che mi da la possibilità di fare questo sport che amo. Nulla sarebbe stato possibile senza l’aiuto dei ragazzi del Made Of e di Made Officina concessionaria Gas Gas di Alessandria che mi hanno messo a disposizione un moto sempre con setting e motore al top».

Due atleti con storie, età ed esperienze diverse, accomunati dalla medesima passione e determinazione. «Vedere due vercellesi che conquistano un titolo nazionale in due categorie diverse, e a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro, credo sia un fatto senza precedenti, non solo in città ma anche a livello piemontese – rileva con orgoglio l'assessore allo Sport, Mimmo Sabatino -. E' un bellissimo risultato per questi atleti e per la nostra città e, a nome dell'amministrazione comunale, faccio i complimenti sia a Luca che a Pablo, augurando loro di raggiungere altri prestigiosi traguardi sportivi».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore