/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2021, 08:30

Lilt: le iniziative di ottobre, "mese rosa" della prevenzione

Presentazione alla Cascina Oschiena - che ha creato un'oasi naturalistica di 25 ettari mettendo a dimora 5mila piante - con il ricordo di tre donne coraggiose

Lilt: le iniziative di ottobre, "mese rosa" della prevenzione

Riceviamo e pubblichiamo.

Alla cascina Oschiena di Crova il riso si coltiva sin dal XVI secolo, ma nel 2019, gli attuali proprietari, i coniugi Alice Cerutti e Simone Pavan hanno deciso di restituire all’ambiente ben 25 ettari coltivati a riso creando un’incantevole Oasi Naturale e piantando 5000 piante. Una scelta di ricreare la biodiversità nella “terra d’acqua” che ha già portato a risultati tangibili e sorprendenti, come, ad esempio, il ripopolamento della pittima reale, un raro uccello migratorio che è tornato a nidificare, in Italia, proprio alla Oschiena.

La scelta dei coniugi Pavan è stata alla base della decisione della Lilt, la Lega Italiana per la lotta contro i tumori di Vercelli, presieduta dal medico Domenico Manachino, di organizzare sabato, proprio alla Oschiena, una giornata speciale della Lilt scandita dal motto “Prescriviamoci una dose di Natura”, per illustrare le prossime iniziative della Lega. Alice Cerutti e Simone Pavan hanno preparato un’accoglienza raffinata al “popolo rosa” che ha invaso prima l’Oasi poi la loro tenuta accogliendolo con una brillante conversazione dell’ornitologo Mauro Della Toffola sulle “meraviglie dell’area umida” e poi con una messa in una località di enorme fascino qual è la Madonna del Tabalino, durante la quale sono state commemorate tre donne coraggiose della Lilt che non ce l’hanno fatta: Germana Degrandi, di Vercelli, Luisa Del Prete di Caresana e Nicoletta Massara di Cigliano.

E’ seguito il pranzo a cura dello chef della Lilt Davide Posillipo, ovviamente a base di riso Venere della Oschiena, di formaggi valsesiani e di altre prelibatezze di riso. Erano presenti oltre alle encomiabili “Petali di loto”, gli assessori di Vercelli Ombretta Olivetti, Mimmo Sabatino e Maurizio Tascini.

Manachino, che ha donato una targa di riconoscenza ad Alice Cerutti, ha chiarito che la campagna principale della Lilt sarà anche quest’anno dedicata alla prevenzione del tumore al seno, soprattutto per le donne under 47. L’età 47 anni è quella stabilita del Sistema sanitario nazionale per sottoporre le donne, ogni due anni, alla mammografia. Ma prima, secondo il dottor Manachino, responsabile del Centro di accoglienza oncologica al Sant’Andrea, occorrerebbe che le donne, anche le più giovani, facessero prevenzione. Per questo motivo, la Lilt organizzerà incontri anche con le giovanissime nelle scuole e inviterà tutte le under 47 a sottoporsi periodicamente a controlli ed ecografie al seno, esami che, in parte, cercherà di sostenere economicamente.

E poi le iniziative. Importanti quelle di ottobre “il mese rosa”. Domenica 3, da Caresana (piazza Cesare Battisti) e da Pezzana (piazza Ferraris) partiranno contemporaneamente, alle 14,30, due Camminate  in Rosa che converranno quindi alla Tenuta Castelletto. Prenotazioni indispensabili. Per Caresana contattare Pinuccia Necco (3384809560), per Pezzana Cinzia Donà (3470905446). Il 17 ottobre, poi, alle 17, manifestazione rosa a sorpresa a Vercelli, in piazza Cavour. E tante, tante altre iniziative che coloreranno di rosa tutta la provincia e di cui vi informeremo di volta in volta.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore