/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 19 settembre 2021, 20:00

Scienza: «Macchioni è strepitoso, possiamo migliorare»

Macchioni: «Il primo gol tra i professionisti con questa maglia è un sogno»

Scienza: «Macchioni è strepitoso, possiamo migliorare»

«La rete è stata un’emozione incredibile, mi auguro una delle tante. Segnare con questa maglia storica è un sogno, siamo un grandissimo gruppo e sono orgoglioso di segnare il primo gol tra i professionisti con questa maglia» ha commentato cosi l’eroe di giornata Alessandro Macchioni.

 

Il centrale a poi risposto alla domanda inerente il punteggio pieno, te lo aspettavi? «Sono arrivato più tardi rispetto ad altri, l’obiettivo è di camminare a testa alta. Il gruppo c’è, possiamo prenderci tante cose belle».

 

In chiusura, un commento verso la prossima gara: «Lavoriamo a testa bassa, poi i risultati arriveranno».

 

Prestazione coraggiosa contro una squadra forte, e quattro su quattro. Cosa ci dicono queste cose? «Dicono che la squadra sta prendendo convinzione, è una squadra che sa giocare a calcio ma anche soffrire. Oggi abbiamo sofferto ma abbiamo costruito tanto, ci siamo complicati la vita nel finale» dice Mister Scienza a margine della gara contro la Juventus. Il tecnico poi prosegue: «L’avversario ha più qualità di tutte del nostro girone, sanno giocare bene ed hanno dei giovani di prospettiva. Siamo stati sciuponi ma i ragazzi mi sono piaciuti, bisogna essere anche sporchi e cattivi. Oggi abbiamo sofferto, ma l’abbiamo fatto bene».

 

Il gol di Macchioni?: «È un giocatore strepitoso che non si deve montare la testa e rimanere con i piedi per terra. Nel primo tempo le sue uscite palla al piede hanno permesso di creare quegli sviluppi che poi ci hanno fatto vincere la partita. Il gol parte da una sua iniziativa, è un ragazzo forte ed interessante: ha ottime doti fisiche e recupera molti palloni, è un grande acquisto come Belardinelli».

 

Si vede la crescita della Pro: «Stiamo crescendo ma dobbiamo migliorare ancora tanto, la gestione della partita è migliorabile. Abbiamo dimostrato di saper ripartire bene. I cambi devono continuare a portare questa energia, non possiamo calare d’intensità: correre tanto e fare come stiamo facendo ora».

Alessandro Borasio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore