/ Pro Vercelli

Pro Vercelli | 18 settembre 2021, 14:10

Scienza: In questa Pro Vercelli non ci sono seconde linee»

«Domani contro la Juventus Under 23 (che ha elementi che con la C non c'entrano nulla) la nostra arma deve essere l'umiltà»

Giuseppe Scienza

Giuseppe Scienza

«La Juventus Under 23 è una squadra da serie A, una squadra insomma con elementi che non hanno nulla a che vedere con la serie C. Giocano nella seconda squadra, ma sono pronti per la prima. Certo, sono giovani, devono ancora crescere. Ma ho ben presente quando, nell'amichevole che disputammo contro di loro in pre campionato, ci fecero penare» dice il tecnico della Pro Vercelli, Giuseppe Scienza.

«Ma noi possiamo affrontarli e giocarcela» aggiunge.

«La nostra forza deve essere quella dell'umiltà. Dobbiamo giocare con la consapevolezza che loro, in alcuni frangenti, ci faranno soffrire. Ma allo stesso tempo dobbiamo pensare che anche noi possiamo metterli in difficoltà: loro hanno doti di palleggio, certo, ma le abbiamo anche noi.»

La gara di mercoledì contro l'Albinoleffe ha fornito al tecnico delle indicazioni molto incoraggianti. Grande prestazione delle cosiddette “seconde linee”, con il portiere ospite migliore in campo, e un neo, però: quello dei due gol subiti.

«La partita contro l'Albinoleffe ha sancito qualcosa che mi fa molto piacere: che non esistono secondi linee. In difesa, Auriletto e Carosso hanno fatto molto bene. A centrocampo, Vitale e Rizzo hanno dimostrato di essere due elementi di valore, con Erradi e Sangiorgi che hanno dato un apporto prezioso. Bene anche davanti. Bunino avrebbe potuto sìglare una tripletta nel primo tempo. I due gol subiti: sono stati casuali, ma noi abbiamo peccato di concentrazione, soprattutto nel primo: la palla è entrata dopo quattro rimbalzi, con il nostro portiere che era coperto. Ma la Pro Vercelli ha disputato una grande prova: un gol, un rigore sbagliato e almeno sette occasioni nitide, da gol. Ecco, sottoporta dobbiamo imparare a essere più cattivi, più concreti.»

Il dato più importante.

«Stanno crescendo tutti, partita dopo partita.»

 

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore