Borgosesia - 13 settembre 2021, 19:32

Nuova impresa per Francesco Surace, "Ironman" valsesiano

Genova - Gressoney in bici, poi salita in solitaria alla Capanna Margherita. E nel cassetto ci sono tanti progetti per il 2022

Nuova impresa per Francesco Surace

Nuova impresa per Francesco Surace

Nuova impresa per l’atleta borgosesiano Francesco Surace: domenica 12 settembre, alle 7 di un mattino pieno di sole, ha raggiungo a piedi, in solitaria, il rifugio Capanna Margherita.

Francesco era partito in bicicletta da Genova sabato alle 18, dopo aver pedalato 7ore e 40 minuti è arrivato a Staffal; quindi, si è concesso una sosta rifocillante di 20 minuti ed è ripartito a piedi, alla volta del Rifugio più alto d’Europa.

«A differenza dell’impresa di giugno – racconta Francesco Surace – quando ho raggiunto la meta passando da Alagna, stavolta ho deciso di affrontare il tratto di salita verso la vetta in solitaria, per misurarmi con la mia forza mentale. Ce l’ho fatta, e ne sono ancor più contento».

Mentre a giugno l’atleta aveva dovuto scontrarsi con condizioni meteorologiche non ottimali, questa volta il tempo molto terso non ha creato ostacoli ed il giovane recordman ha potuto ammirare già da lontano la sagoma del Rifugio Margherita che si avvicinava sempre più, fino a raggiungerlo fermando il cronometro sulle 13 ore: «Il tempo è stato rilevato da un cronometrista – spiega Francesco Surace – ora è al vaglio della Federazione come da prassi, attendo in queste ore la loro conferma. Questo significherà che avrò realizzato il record per questo percorso».

Un nuovo record, dunque, per questo ragazzo che non si ferma mai: tanta energia mentale e fisica, che lo ha aiutato ad affrontare un tragitto di 245 km totali, prima in bicicletta e poi a piedi, superando la fatica ed il freddo, per conquistare ancora una volta quella vetta che per lui ha sempre il sapore della vittoria.

Inevitabile la domanda sulle nuove sfide: «Per il 2022 ho tanti sogni nel cassetto, e da domani ricomincerò ad allenarmi per realizzarli. Ringrazio il mio team che sempre mi sta a fianco, dandomi supporto sia tecnico che morale, e tutti i miei tifosi che mi fanno sentire il loro grande affetto, dandomi quello slancio che è determinante per la conquista dei miei obiettivi».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

SU