Pro Vercelli - 12 settembre 2021, 18:14

Magia di Rolando, Pro in vantaggio dopo 45'

Il Seregno pressa, i bianchi rispondono con le ripartenze

Magia di Rolando, Pro in vantaggio dopo 45'

PRO VERCELLI-SEREGNO 1-0

Marcatori: Rolando (Pvc) al 9';

 

PRO VERCELLI (3-5-2): Tintori; Auriletto, Masi, Macchioni; Bruzzaniti, Emmanuello, Belardinelli, Awua, Iezzi; Rolando, Comi.

A disposizione: Rendic, Carosso, Cristini, Bunino, Della Morte, Vitale, Silenzi, Crialese, Clemente, Rizzo, Erradi, Secondo. All. Nardecchia.

SEREGNO (3-5-2): Fumagalli; Borghese, Galeottafiore, Zoia; Gemignani, St Clair, Marino, Raggio Garibaldi, D’Andrea; Cocco, Cortesi.

A disposizione: Lupu, Mandorlini, Cernigoi, Rossi, Aga, Solcia, Vitale, Valeau, Jimenez, Iurato, Scognamiglio, Pani. All. Mariani.

 

Arbitro: Davide Moriconi di Roma

Ammoniti: Belardinelli della Pro Vercelli; Cocco, Borghese del Seregno;

 

PRIMO TEMPO

Commento al primo tempo. Un gol, un palo, un'occasione sprecata per una Pro Vercelli che cede metri a un avversario che pressa a tutto campo, ma che non fa male, grazie anche a un'ottima prova del reparto difensivo. In gran giornata Rolando, autore del gol.

Prime impressioni. Il Seregno, che vuole i tre punti, attacca alto. Anche la Pro cerca i tre puntoi, così da non mollare il Padova.

9': lancio in profondità di Tintori per Comi che allunga a Mattia Rolando che controlla in area e con un diagonale secco buca Fumagalli: Pro Vercelli in vantaggio.

13': tiraccio di D'Andrea, alto. Possesso palla del Seregno, Pro pericolosa nelle ripartenze.

21': dopo un'occasione fermata per fuorigioco, punizione per il Seregno dal limite, per fallo su Awua. Cocco prova a sorprendere Tintori con un rasoterra, ma il portiere non si fa cogliere impreparato e respinge.

34': tiro cross di Marino, rinvio con brivido di Masi.

36': cross di St Clair, Cortesi calcia di prima intenzione, ma fuori.

38': ripartenza dei bianchi, con Rolando che s'invola sulla destra e porge a Emmanuello che è liberissimo, ma il suo tiro è strozzato.

42': cross di Bruzzaniti e torsione di Belardinelli che, di testa, manda la sfera a stamparsi sul palo.

Ti potrebbero interessare anche:

SU