/ Economia

Economia | 10 settembre 2021, 08:06

Indennità di malattia per i lavoratori in quarantena e congedo parentale: Regione all'attacco

L'assessore al Lavoro: «I costi dell'emergenza scaricati sulle famiglie e sulle imprese»

Indennità di malattia per i lavoratori in quarantena e congedo parentale: Regione all'attacco

Mancato rifinanziamento dell'indennità di malattia per i lavoratori in quarantena Covid e del congedo parentale per chi ha figli in quarantena: l’assessore al Lavoro della Regione Piemonte rilancia l’ennesima sferzata al Governo per tutelare famiglie e lavoratori in un momento di ripartenza dettato dall’avvio delle scuole e la riapertura delle fabbriche.

«E' inaccettabile - si legge in una nota della Regione - che, ancora una volta, siano le famiglie italiane a pagare le conseguenze di una mala gestione dell'attuale Governo che sembra, innanzitutto, dare priorità a imposizioni, sanzioni e regole gravando pesantemente sulle spalle dei lavoratori, di famiglie e imprese anziché sostenerli».

Se da un lato alla Camera si è ottenuta la proroga delle scadenze per le cartelle esattoriali riferite al periodo di emergenza Covid, dall’altro, però, per l'assessore «lo Stato continua a rendersi protagonista di una serie di gravi dimenticanze. In primis la copertura finanziaria che riconosce, in caso di quarantena covid, l’indennità di malattia ai dipendenti; inoltre, a oggi, non è stata ancora prorogato il congedo parentale speciale, istituito durante l’emergenza sanitaria, scaduto il 30 giugno scorso. Un diritto essenziale per i genitori in caso di quarantena dei propri figli che devono seguire le lezioni a distanza».

Una condizione incresciosa e inaccettabile per la quale viene chiesto un intervento urgente dello Stato prima che si inneschino conseguenze disastrose sotto il profilo economico e soprattutto sociale.

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore