Sport - 04 settembre 2021, 10:06

Il ciclismo torna in Valsesia: arrivo a Borgosesia per la classica "Gran Piemonte"

Ufficializzato il percorso della gara del 7 ottobre. Tiramani: «Ottima vetrina per tutto il nostro territorio»

Il ciclismo torna in Valsesia: arrivo a Borgosesia per la classica "Gran Piemonte"

L’assessore regionale al Turismo Fabrizio Ricca e il sindaco di Borgosesia, Paolo Tiramani, hanno presentato venerdì 2 settembre a Torino la classica di ciclismo “Gran Piemonte”, che si terrà il prossimo 7 ottobre con partenza a Rocca Canavese e arrivo a Borgosesia: si tratta, insieme alla Milano-Torino in programma il 6 ottobre, di una delle più prestigiose gare nazionali e gli appassionati di ciclismo già fremono, perché il percorso, adatto ai velocisti,  promette spettacolo.

«L’arrivo a Borgosesia è frutto dell’ottima gestione che la Valsesia ha saputo garantire, con grande unità territoriale, in occasione del Giro d’Italia – commenta orgoglioso Tiramani – noi ci siamo messi a disposizione di RCS per fornire tutto il supporto logistico necessario, dunque il Palazzetto Loro Piana diventerà quartier generale di tappa e la nostra città sarà teatro di un grande evento sportivo e la vicesindaco Emanuela Buonanno, assessore allo Sport, coordinerà tutte le operazioni».

La Gran Piemonte sarà alla sua 105a edizione e si snoderà lungo un tracciato di 168 km, sostanzialmente pianeggiante, da Rocca Canavese fino a Borgosesia, attraversando le ondulazioni del Canavese e con un’unica vera asperità, la Serra, tra Ivrea e il biellese. Dopo aver sfiorato le Alpi, i ciclisti scenderanno a Biella, per poi raggiungere la Valsesia dove si svolgerà il finale con un circuito di circa 35 km dove non si passa sull’arrivo. Ingresso in circuito a Gattinara, quindi primo passaggio vicino a Borgosesia, ma sull’altra riva del fiume. Si superano quindi le facili ondulazioni di Azoglio per riportarsi a Gattinara e di lì alla linea di arrivo. Ultimi 5 km costantemente in leggerissima salita su strade di media larghezza prima del rettilineo finale.

Paolo Bellino, amministratore delegato e Direttore Generale di RCS Sport, ha detto: «Continua il rapporto consolidato tra RCS Sport e la Regione Piemonte. Come ogni anno la Gran Piemonte, così come la Milano-Torino, vedrà al via alcuni dei più forti corridori del panorama internazionale».

 

Grande la soddisfazione del sindaco, sia per l’aspetto sportivo che per il significato promozionale dell’evento: «Le immagini della gara verranno trasmesse e viste nei cinque continenti – commenta a conclusione dell’annuncio Tiramani – e dunque, così come è stato a maggio in occasione del Giro, ancora una volta la Valsesia avrà grandissima visibilità, con ricadute positive per il tessuto economico della nostra area».  

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

SU