/ Politica

Politica | 13 luglio 2021, 20:13

Stecco: «Casa di Riposo, impegno comune per guardare al futuro»

Il presidente della commissione Sanità ha incontrato presidente e direttore per fare il punto sulle problematiche del post pandemia: dal personale, ai nuovi ingressi

Da sinistra: Cottini, Stecco, Manferto e Pavese

Da sinistra: Cottini, Stecco, Manferto e Pavese

Questa mattina il presidente della commissione Sanità, il consigliere del gruppo Lega Salvini Piemonte Alessandro Stecco, ha incontrato parte del Cda della Casa di riposo di Vercelli, vanto della città che purtroppo, come molte altre Rsa, ha registrato molti decessi durante la prima ondata pandemica. 

«Ho accolto con molto piacere l’invito della consigliera Maria Luisa Pavese a partecipare all’incontro con la presidente della struttura, l’avvocato Gianna Manferto, e il direttore Alberto Cottini. La nostra casa di riposo, che ha completato di recente la trasformazione da ex-Ipab, dispone di più di 100 posti di cui 80 convenzionati con il Servizio sanitario regionale, ed è anche dotata di mini appartamenti, oltre che di un'area utilizzata come centro diurno. Qui lavorano 57 dipendenti e 15 lavoratori interinali. Ci siamo confrontati a fondo circa le problematiche della sostenibilità economico-finanziaria di questi modelli di assistenza territoriale e dei passi futuri, richiesti e in discussione in questo periodo, e inoltre abbiamo valutato progetti da collegare con l'Asl per attivare maggiori servizi di prossimità in struttura». 

Sul tema dell'assistenza e della terza età, Stecco rileva che «Siamo in un momento di grandi cambiamenti, ma indubbiamente serve un’accelerazione e più visione da parte del ministero della Salute. A livello regionale sono in corso attività di confronto per supportate al massimo la sostenibilità di questi veri e propri presidi territoriali, dopo la legge che abbiamo approvato a gennaio garantendo i ristori regionali. Vi è poi un’altra questione importante, legata al problema del personale difficile da reperire. Non farò certo mancare il mio supporto e continuerò a seguire gli sviluppi, anche e soprattutto in questa fase di ripartenza».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore