/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 02 luglio 2021, 12:00

Simona Matraxia, prestigioso riconoscimento letterario

Con il racconto “Un fatto terribile” si è aggiudicata il secondo posto del premio Gran giallo città di Cattolica

Simona Matraxia a Cattolica

Simona Matraxia a Cattolica

Con il racconto “Un fatto terribile”, la vercellese Simona Matraxia si è aggiudicata il secondo posto del prestigioso premio Gran giallo città di Cattolica (terzo premio dedicato ad Andrea G. Pinketts) MystFest 2021, a cui hanno partecipato 55 scrittori.

Al primo posto si è classificato Alessandro Di Domizio, con il racconto Fine pena mai.

Al terzo, Massimo Lunati, con La scacchiera di Jo’ Burg.

La giuria era composta da Barbara Baraldi, Massimo Carlotto, Giancarlo De Cataldo, Maurizio de Giovanni, Carlo Lucarelli e Valerio Massimo Manfredi, Ilaria Tuti. Con loro, anche Franco Forte, direttore de Il Giallo Mondadori e Simonetta Salvetti, direttrice del Festival e dei Servizi culturali di Cattolica.

 

Questa la motivazione del premio assegnato a Simona Matraxia.

Un racconto terribile nella sua semplicità, che fin dalle rime righe ci trasporta con cruda delicatezza in uno scenario arcaico dove le pulsioni umane si intrecciano con il mistero e i segreti di una comunità rurale refrattaria al mondo esterno.

Simona Matraxia (che è stata collaboratrice di questa testata) è nata nel 1986. Con il romanzo “Anonimo” è stata segnalata alla XXX edizione del Premio Calvino, mentre nel 2018, con il racconto Lieder onhe Worte. Romanzo senza parole” è arrivata prima al Premio Fogazzaro.

rb

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore