/ Il block notes del disinfestatore

Il block notes del disinfestatore | 30 giugno 2021, 13:20

La caccia alle zanzare è aperta! Come difendersi da questo flagello estivo?

Si inaugura oggi, con questo articolo, la rubrica "Il block notes del disinfestatore" a cura della Moedi srl, un'azienda specializzata nella disinfestazione e certificata secondo gli standard di qualita’. Apriamo la rassegna con la lotta alle zanzare.

La caccia alle zanzare è aperta! Come difendersi da questo flagello estivo?

Conosciamo meglio le zanzare

La zanzara, questo insetto temuto per le sue punture, è presente ovunque nel mondo tranne che in Antartide. Poiché è un vettore di malattie patogene per l'uomo, è necessario proteggersi da esso. Ma come si combattono le zanzare? Quali sono i metodi efficaci per prevenirne la proliferazione? Contrariamente alla credenza popolare, le zanzare non si nutrono di sangue ma del nettare di fiori e piante. Sono solo le femmine che mordono. Dopo essere state fecondate, hanno bisogno di proteine ​​per sviluppare le loro uova. Il sangue che prelevano dalle loro vittime (uccelli, mammiferi e soprattutto umani) fornisce loro le proteine ​​di cui hanno bisogno. È con la loro proboscide che entrano nei vasi sanguigni e prelevano il sangue. Allo stesso tempo, iniettano la saliva per fluidificarlo e impedirne la coagulazione nella proboscide. Alcune sostanze nella saliva rendono il morso più o meno pruriginoso e fanno gonfiare la pelle. Alcune specie di zanzare sono portatrici di gravi malattie che vengono trasmesse proprio attraverso la saliva.

Le specie presenti nel nostro Paese

In Italia sono presenti circa 60 specie di zanzare che sono rappresentate da 3 grandi famiglie: le Aedes, le Anopheles e le Culex.

L'Aedes Albopictus

Meglio conosciuta come la zanzara tigre è facilmente riconoscibile per le sue strisce bianche e nere sul corpo e sulle zampe e per le sue ali nere. Si tratta di una specie molto invasiva che, da diversi anni, è presente in tutto il Paese ed è molto aggressiva, può percorre grandi distanze ed è attiva durante tutto l'arco del giorno con una maggiore intensificazione dell'attività all'alba e al tramonto. 

La zanzara anofele
Le sue ali sono macchiate di bianco e nero, ha la particolarità di alzare l'addome quando è a riposo. Le zanzare anofele purtroppo note per la loro capacità di diffondere la malaria, sono piuttosto stanziali. Sono attive principalmente nelle ore notturne dal crepuscolo all'alba.

La Culex pipiens o zanzara domestica.
Ha un addome marrone ad anelli ed è lungo 5-7 mm. È la zanzara comune che tutti conosciamo. Vive in acque calde e stagnanti (in stagni e fossati). È spesso considerata meno pericolosa della zanzara anofele o della tigre, ma è un'idea errata, infatti la Culex pipiens è sicuramente una delle specie più comuni, ma maggiormente coinvolta nella circolazione del virus della West Nile (WNV) e del virus Usutu (USUV).

Come fanno le zanzare a individuare la loro preda?
È grazie al suo olfatto che una zanzara localizza la sua preda. È attratta dagli animali a sangue caldo, compresi gli umani. Quando respiriamo, infatti, rilasciamo CO2 e quando sudiamo rilasciamo acido lattico e ottenolo, odori che attirano le zanzare. Ogni persona emette il proprio sudore. Sono a rischio le persone che hanno appena praticato sport, le donne incinte, le persone obese, così come quelle che hanno bevuto alcolici o che sono malate, perché emettono più CO2.
È un'idea popolare dire che le zanzare siano attratte dalla luce.

Come combattere le zanzare?
Una delle prime azioni è quella di prevenire la loro proliferazione eliminando l'acqua stagnante, perché le zanzare trovano lì le condizioni ideali per deporre le uova. L'acqua non deve essere lasciata in sottovasi e vasi di fiori, lattine o altri contenitori. Le grondaie devono essere pulite e le vasche di raccolta dell'acqua piovana devono essere sempre coperte. Il periodo estivo è il momento in cui le zanzare sono più aggressive, pertanto uno dei migliori sistemi per combattere le zanzare è quello di ricorrere a Mosquito Magnet una trappola per zanzare efficace anche contro pappataci e altri insetti molesti. La Moedi srl di Vezza d'Alba è un'azienda specializzata nella disinfestazione e certificata secondo gli standard di qualità e soprattutto è in grado di intervenire con queste trappole in modo rapido ed efficiente per risolvere il problema “zanzare” con tempestività e professionalità.

 

Mosquito Magnet – ci ha spiegato la titolare della Moedi srl, la biologa Anna Roggero - è un'apparecchiatura che simula il respiro umano convertendo cataliticamente il propano contenuto in una bombola in anidride carbonica attirando gli insetti. Funziona 24/24 ore rilasciando continuamente un flusso di anidride carbonica (CO2) e tramite una ventola silenziosa le zanzare vengono aspirate dentro un contenitore dove vengono disidratate fino alla morte. Mosquito Magnet non produce sostanze nocive o sgradevoli, è inodore e silenziosa, funziona in bassa tensione e soprattutto non è pericolosa per bambini e animali domestici. Mosquito Magnet si basa sulla tecnologia brevettata Counterflow che rende l'apparecchio innocuo per api, farfalle e altri insetti utili in generale. L'uso è previsto solo all'esterno”.

Se avete problemi di zanzare non esitate oltre e chiamate Moedi srl.

Moedi srl è in Via Torino, 37/b a Vezza d'Alba e si avvale di uno staff di professionisti qualificati nella disinfestazione e non solo.

Per ulteriori informazioni potete chiamare al 0173 610164 o visitare il Sito.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore