/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 30 giugno 2021, 11:14

"Scrivere per fare business": Michela Trada presenta il suo libro

Appuntamento allo spazio open della Mondadori

"Scrivere per fare business": Michela Trada presenta il suo libro

Si intitola “Scrivere per fare business, dal personal branding al brand journalism” ed è il nuovo libro della concittadina Michela Trada edito da Do it Human. Il “ricettario”, così lo definisce l’autrice, sarà presentato giovedì 1 luglio, alle 18 nello spazio all’aperto della libreria Mondadori cittadina; a dialogare con la giornalista, la collega e amica Sabrina Falanga. 

Giornalista, speaker e amante del Bello in ogni sua forma ed espressione, Michela Trada si occupa in via prioritaria di giornalismo costruttivo e brand journalism, attraverso i quali si propone di valorizzare il talento di ciascun individuo, e di dar voce alle eccellenze italiane. Dal 2018, assieme a Sabrina Falanga, è Ceo della casa editrice Brainding, direttore di Inkalce Magazine e vice direttore di News48.it, il primo magazine Italiano di giornalismo costruttivo. E’ parte del team nazionale dell’ufficio stampa del Lions Club e membro del Constructive Network;

Nel volume Trada affronta un contenuto molto attuale: la scrittura è uno strumento di marketing? Si può davvero fare business con e grazie ai contenuti scritti? «Storytelling, content marketing, brand journalism: queste le tre tecniche di scrittura vengono esaminate con esempi e casi studio al fine di arrivare a definire in modo autentico il proprio personal branding ed incrementare cosi la propria reputazione online e offline - spiega l'autrice -. Non è mai troppo tardi per iniziare ed imparare a scrivere di se stessi e della propria azienda partendo dai propri valori e dal proprio perché: oggi siamo noi il “brand” in vetrina da acquistare.

All’interno della pubblicazione, con prefazione di Alessio Beltrami, anche i contributi di volti noti del mondo della Comunicazione tra cui Riccardo Scandellari, Giulia Bezzi, Salvatore Russo e Oscar di Montigny. «Sono emozionata ed ansiosa di presentare questo volume nella mia città – rivela Trada – Devo molto a Vercelli, per formazione e non solo; sono felice di incontrare finalmente di persona colleghi e amici dopo questi mesi difficili».

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore