/ Sport

Sport | 07 giugno 2021, 10:10

PFV: successo e determinazione

Grande gara (63-60) contro Arona Basket per la Coppa del Centenario

PFV: successo e determinazione

Coppa del Centenario F.I.P.

Categoria Serie C femminile – girone A

3a giornata di ritorno – domenica 6 giugno 2021 a Vercelli – Palestra Berinetti

Pallacanestro Femminile Vercelli – Arona Basket 63-60

(parziali 12-24; 26-38; 50-50)

Tabellino PFV: Bassani; Acciarino 21; Coralluzzo 6; Rey 1; Bertelegni 2; Pollastro 4; Ansu 22; Deangelis 2; Sarrocco 2; Migliorini 3; Perucca. – Allenatore Gabriele Bendazzi; assistente: Andrea Congionti.

 

Una PFV dai due volti vince ancora in volata contro Arona Basket per 63-60 e si aggiudica il primo posto nel girone e qualificazione alla finali a quattro, indipendentemente dal risultato della gara con Novara che verrà recuperata mercoledì 9 giugno, con inizio alle 20,30 a Vercelli, e ormai ininfluente per il risultato finale.

Come all’andata la gara è stata molto tirata ed equilibrata e le ospiti, mostrando di correre di più, di avere maggiori determinazione e mira, mettevano subito un buon divario tra sé e le padrone di casa che apparivano un po’ scariche: 12-24 al 10’.

Nonostante gli sforzi delle ragazze di Bendazzi, trascinate dalle solite Ansu e Acciarino, con Coralluzzo, Sarrocco e tutte le altre a dare una mano, lo scarto rimaneva invariato a metà gara: 26-38, poiché si segnava poco, e la gara sembrava avviata a concludersi con una sconfitta interna.

Nella ripresa, però, le vercellesi davano segni di risveglio, sempre con una Acciarino super (7 su 8 da 2; 7 su 10 ai liberi, 12 rimbalzi e +30 di valutazione), alla quale faceva eco sotto le plance Ansu (22 punti e 10 rimbalzi, un po’ penalizzata dalla direzione arbitrale) e, con grande acume tattico e con il buon supporto in regia di Coralluzzo, Bassani, Deangelis e Sarrocco, riuscivano ad impattare al 27’ per mettere poi la tesa avanti (50-46) e chiudere in perfetta parità al 30’ sul 50-50.

L’ultimo quarto era tutta una volata, condotto punto a punto con vantaggi mai superiori a +1 per entrambe le contendenti. La PFV mostrava però più acume tattico, faceva circolare meglio la palla e, grazie all’esperienza di alcune sue giocatrici otteneva un primo vantaggio a +3 a 22’’ dalla fine (canestro più tiro libero di un’ottima Coralluzzo in 1c1) subito ribattuto sul capovolgimento di fronte. Sotto di 1 punto a 5’’ dalla fine le lacuali optavano per un fallo tattico sulla ripartenza delle avversarie: purtroppo per loro, però, lo commettevano su Acciarino che, freddissima, dalla lunetta, metteva dentro i due tiri del nuovo +3. Il tiro della disperazione delle ospiti, per ottenere almeno i supplementari, finiva corto in mano a Coralluzzo che poteva così esultare con le compagne che hanno giocato da squadra, mettendo tutte un mattoncino importante e facendole un bel regalo per il suo compleanno.

Ora le finali a quattro, dopo che si sarà tenuto lo spareggio fra le tre seconde classificate dei gironi per designare la quarta finalista.

 

 

Claudio Roselli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore