/ Scuola

Scuola | 17 maggio 2021, 15:35

«Grazie per la bella immagine che avete dato del nostro istituto»

Itis Faccio: consegnate 39 borse di studio ad allievi diplomati e di quinta superiore

«Grazie per la bella immagine che avete dato del nostro istituto»

Borse di studio per 39 allievi dell'Itis Faccio di Vercelli, risultati più meritevoli dell’anno scolastico 2018/19. La cerimonia si è svolto lunedì mattina 17 maggio nell'aula Magna dell'istituto alla sola presenza dei vincitori e dei loro docenti.

Il dirigente scolastico, Carlo Vallino, ha aperto la cerimonia dicendo: «Siamo lieti di poter assegnare queste borse di studio al merito, anche quest'anno, confermando la pluriennale tradizione del nostro istituto. La premiazione va alle studentesse e agli studenti che hanno conseguito i migliori esiti scolastici in ciascuna classe, volendo riconoscere in modo tangibile l'impegno di un intero anno trascorso sui libri e, per costituire uno stimolo diffuso alla ricerca dell'eccellenza. Inoltre, proprio in tema di eccellenza, un riconoscimento  particolarmente rilevante dell'importo di 1.000 euro, viene assegnato a una studentessa che ha coronato il suo percorso quinquennale con la migliore votazione di diploma».  

Questi i nomi degli studenti diplomati che hanno ottenuto la borsa di studio: Andrea Brunelli, Diego Bianco, Vincenzo Siano, Cristian Pozzi, Cristina Andrea Giacolono, Simone Lusani, Michele Marinone, Luca Oliva,  Martina Tozzo, Mattia Russo, Alexandru Mihail Alexe, Lorenzo Coro, Sara Giardina, Giada Sorintano e Hossin El Jradi.

Gli studenti delle classi quinte, invece, sono: Marco Bartoluccio, Romeo Vercellone, Francesca Corna, Chiara Pontigliotti, Giacomo Bertolone,  Celeste Francesca Nava e Matteo Degiovanni. 

I saluti finali sono spettati al dirigente, che ha rimarcato il suo augurio a proseguire con impegno, aggiungendo: «A tutti i premiati un grazie per la bella immagine che date all'istituto e per il lavoro degli insegnanti».

Liza Binelli, responsabile della comunicazione Itis Faccio

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore