/ Arte e Cultura

Arte e Cultura | 06 maggio 2021, 13:37

Il Festival di Poesia Civile premia lo svedese Jesper Svenbro

A Peppe Servillo il premo Brassens: dal 19 al 22 maggio spettacoli, reading, incontri in diretta streaming e live

Jesper Svenbro (premio Festival di Poesia Civile)

Jesper Svenbro (premio Festival di Poesia Civile)

"La poesia vince il virus con la speranza della cultura": è il messaggio dell’associazione Il Ponte che propone la XVI edizione del Festival internazionale di Poesia civile città di Vercelli, dopo le anticipazioni nel 2020, con cicli di conferenze, reading e spettacoli dal 19 al 22 maggio.

Sarà lo svedese Jesper Svenbro il poeta premiato alla carriera nella XVI edizione, con reading da Apollo blu (edizione Interlinea), a cura di Maria Cristina Lombardi e musiche di Nicolò Manachino mercoledì 19 in diretta streaming dal seminario arcivescovile di Vercelli.

Nel programma sono previste conferenze, il premio Brassens a Peppe Servillo con lo spettacolo Amore non Amore, una lectio magistralis di Franco Buffoni con premio alla carriera nella traduzione poetica alla Fondazione Marazza di Borgomanero, un dialogo con Gian Luca Favetto, che cura la rubrica La bottega di poesia su “Repubblica”, reading del tedesco Durs Grünbein, omaggi alla memoria ad Adam Zagajiewski, già premio internazionale di poesia civile, e a due amici del festival, Lawrence Ferlinghetti e Franco Loi. 

Infine spettacoli e laboratori in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri (uno con Anna Lavatelli, autrice di I mostri dell’Inferno). Tra gli ospiti Alessandro Barbero, Franco Marcoaldi, Giorgio Simonelli, Anna Maria Carpi, Angelo Nestore, Giusi Baldissone, Roberto Cicala, tra gli altri. E naturalmente i giovani, a cominciare dagli studenti dell’Università del Piemonte Orientale per la traduzione poetica inedita. Gli eventi del festival saranno trasmessi gratuitamente sulle pagine social del festival Facebook e YouTube @PoesiaCivile. 

Il Festival internazionale di Poesia civile è una manifestazione culturale di eccellenza promossa da “Il Ponte”, associazione attiva a Vercelli da oltre 15 anni alla ricerca della modernità fra tradizione e innovazione. Ne è presidente Luigi Di Meglio, che ha dichiarato: «La funzione della poesia nella vita civile è tema complesso e attuale: il festival ne offre un panorama vasto e ricco di stimoli, attraverso il linguaggio universale dei versi, con anniversari letterari, ospitando voci internazionali e italiane, e mettendo al centro della letteratura e della musica le giovani generazioni, dalla scuola primaria all’università e premiando i migliori giovani poeti italiani».

Jesper Svenbro: nato nel 1944 a Landskrona, nella Svezia meridionale, ha studiato latino e greco all’università di Lund. Nel 1976 ha sostenuto l’esame di dottorato a Lund con una tesi scritta a Roma dal titolo La parola e il marmo. Alle origini della poetica greca, in seguito pubblicata in traduzione da Boringhieri (1984). Negli anni ottanta, versato alla lettura e all’interpretazione degli antichi greci, pubblica Phrasikleia. Anthropo<wbr></wbr>logie de la lecture en Grèce ancienne (La Découverte, Parigi 1988, trad. it. Storia della lettura nella Grecia antica, Laterza, Roma-Bari 1991), sviluppando una scrittura poetica fortemente influenzata dalla lettura di Aristofane e di Frances Ponge, di cui è il maggior traduttore svedese. Dopo un viaggio in Lapponia nel 1991, Svenbro cambia radicalmente direzione, recuperando in Samisk Apollon (Apollo lappone) un genere di lirismo già presente nella prima raccolta del 1966, poi abbandonato, e che caratterizzerà le sillogi pubblicate negli anni novanta, che doneranno a questo poeta residente all’estero, ma quasi ossessionato dalla sua terra d’origine, un posto di grande rilevanza nel panorama della poesia svedese, che gli varrà una lunga serie di premi letterari e, più di recente, la sua elezione a membro dell’Accademia svedese nel 2006. Nel 2007 Interlinea ha pubblicato Apollo blu

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore