/ Cronaca

Cronaca | 03 maggio 2021, 11:14

Incidenti con fuga in centro a Borgosesia: la Municipale rintraccia i responsabili

Dopo le polemiche sui social per le multe del primo maggio il sindaco Tiramani chiede rispetto per il lavoro delle forze dell'ordine

L'incidente in via Combattenti

L'incidente in via Combattenti

Due incidenti in poche ore, nel fine settimana a Borgosesia, entrambi caratterizzati dalla fuga dei responsabili, poi individuati dalla Polizia locale. E intanto sui social polemiche e parole offensive nei confronti degli agenti della Municipale spingono il sindaco, Paolo Tiramani, a intervenire chiedendo rispetto per le forze dell'ordine e per il lavoro che svolgono quotidianamente.

DI due incidenti con fuga sono avvenuti in centro città: nel primo caso, il conducente ha investito il vaso che si trova all’incrocio tra via Duca D’Aosta e via Marconi, danneggiandolo vistosamente e provocando la fuoriuscita di terra e piantumazioni, per poi eclissarsi rapidamente, senza immaginare che il sistema di videosorveglianza di cui la città è dotata avrebbe condotto, come infatti è stato, alla sua identificazione. Stessa situazione poche ore dopo, sempre in centro a Borgosesia: un’automobile, in via Combattenti, ha centrato un’auto in sosta regolare e si è precipitosamente allontanata, ma ha perso il paraurti, recuperato successivamente da un mezzo della Seso durante i lavori di pulizia delle strade e consegnato al Comando di Polizia Municipale. Anche in questo caso, con l’ausilio delle telecamere è stato facile capire che il pezzo di carrozzeria apparteneva all’auto che ha causato l’incidente e, essendoci la targa sul paraurti recuperato, è stato subito individuato il responsabile. Anche stavolta, multa doppia.

«Il codice della strada prevede che ci si debba fermare non solo in caso di danni a persone – sottolinea Ruggero Barberis Negra, comandante della Polizia Municipale di Borgosesia – ma anche per danni alle cose. In ogni caso è una questione di civiltà: se si provoca un incidente, ci si ferma e si chiama la Municipale o i Carabinieri, che rilevano il sinistro e si può quindi attivare l’assicurazione, risolvendo il problema in modo corretto e responsabile».

Altri cittadini, invece, ritenendosi ingiustamente sanzionati dagli agenti della Municipale, non hanno trovato modo migliore che attaccarli duramente sui social per aver elevato multe in un’area del centro in un giorno festivo. Parole dure e offensive, e il sindaco chiede rispetto: «Ancora una volta prendo atto di una violenza verbale sconcertante – dice Tiramani – nei confronti dei nostri agenti. Abbiamo immediatamente provveduto a rassicurare i cittadini che le multe inappropriate, per altro solo una piccola parte di quelle per le quali si era sollevato il polverone, visto che la gran parte erano legittime, verranno annullate.  Ma rimane il problema di parole e giudizi inaccettabili, postati con leggerezza su Facebook – sottolinea il primo cittadino - chiedo a tutti rispetto per le persone che lavorano per la nostra città».

redaz

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore